X
<
>

Francesco Citro

Tempo di lettura < 1 minuto

BOLOGNA – Svelato il presunto assassino del giovane autotrasportatore 31enne, Francesco Citro, di origine calabrese, di Melissa in provincia di Crotone, ucciso lo scorso 23 novembre a Roggiolo in provincia di Reggio Emilia (LEGGI LA NOTIZIA). Ad uccidere è stato, secondo gli inquirenti, il vicino di casa, il 63enne Giampaolo Dall’Oglio, animato da rancori per futili questioni di vicinato che, qualche ora prima dell’omicidio, aveva anche dato fuoco all’autovettura della vittima.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI
SULL’OMICIDIO DI FRANCESCO CITRO

A svelare l’omicidio sono stati i Carabinieri reggiani che di conseguenza hanno escluso ogni coinvolgimento della criminalità organizzata come inizialmente ipotizzato da più parti (LEGGI LA NOTIZIA).

Il 63enne è stato fermato nella notte, su provvedimento emesso dalla Procura reggiana, e si trova in carcere, a Reggio Emilia, con le accuse di omicidio aggravato, incendio, detenzione e porto illegale di arma da fuoco. L’uomo – che, come detto, avrebbe anche appiccato il fuoco all’auto della vittima tre ore prima del suo omicidio – avrebbe agito a causa dei rancori che nutriva, per banali questioni di vicinato, nei confronti dell’autotrasportatore 31enne, raggiunto mortalmente da almeno tre colpi di arma da fuoco.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares