X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CROTONE – Ancora un arresto della Polizia di Stato di Crotone per l’omicidio di Giovanni Tersigni, l’uomo di 36 anni, ucciso la sera del 7 settembre 2019 in un agguato nel centro della città.

Si tratta di Giuseppe Passalacqua, di 33 anni, nei confronti del quale è stato emesso un provvedimento per concorso in omicidio che va ad aggiungersi alle altre cinque persone arrestate nel mese di ottobre scorso per il delitto: Cosimo Berlingieri, di 29 anni, di Catanzaro, Francesco Oliverio (30), di Crotone, Cosimo Damiano Passalacqua (24), di Catanzaro, e Dimitar Dimitrov Todorov (23), di nazionalità bulgara.

LEGGI LE NOTIZIE SULL’OMICIDIO

Tersigni venne assassinato a colpi di arma da fuoco a poca distanza dalla propria abitazione. I cinque arrestati lo scorso ottobre furono individuati dagli investigatori a seguito di indagini serrate. In particolare, si appurò che il gruppo di fuoco era formato da due persone in trasferta Berlingieri e Passalacqua giunti in città da Catanzaro assieme agli altri tre. A dare al commando la notizia della presenza della vittima sul luogo dove si consumò il delitto, sarebbe stato proprio Passalacqua. La figura del trentatreenne era già nota agli investigatori della Squadra mobile della Questura di Crotone.Tuttavia, in precedenza, non si era potuto dimostrare un suo ruolo attivo nella pianificazione dell’omicidio.

A chiarire il quadro sono state le recenti dichiarazioni del collaboratore Francesco Oliverio che hanno consentito di fugare ogni dubbio sulle sue responsabilità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares