X

Uno sbarco di migranti

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Sono risultati tutti negativi i tamponi eseguiti sugli altri 58 migranti sbarcati il 13 giugno a Crotone tra i quali era risultato positivo un minorenne. Lo ha riferito il direttore sanitario del Centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto, Orlando Amodeo, medico della Croce Rossa Italiana.

Il giovane trovato positivo ieri è un 17enne di nazionalità pakistana (LEGGI LA NOTIZIA) che è stato posto in isolamento in un’altra struttura del centro di accoglienza. «Il ragazzo non ha sintomi – ha detto Amodeo – e dal primo giorno ha una saturazione del 100%. Il che fa pensare ad una carica virale molto bassa anche perché è stato con i suoi compagni di viaggio circa un mese e non ha infettato nessuno». Il giovane era stato sottoposto al tampone in base alle procedure per l’accoglienza dei migranti che prevedono esami immediati per i minori. Per questo erano stati eseguiti subito i test anti covid anche sugli altri 18 minori facenti parte del gruppo, che sono risultati negativi. Il caso aveva innescato la reazione del leader della Lega Matteo Salvini che era tornato, per l’occasione, a chiedere la chiusura dei porti (LEGGI)

Ad ogni modo, assicura Amodeo, nessuno dei migranti sbarcati il 13 giugno ha avuto contatti con la popolazione locale in quanto il gruppo è stato posto immediatamente in isolamento, come prevedono le procedure anti-covid, in una speciale struttura all’interno del Cara. Le forze dell’ordine, i volontari della Croce Rossa ed i sanitari che hanno gestito le operazioni di sbarco avevano le protezioni previste per chi opera nei reparti covid. Stessa cosa è accaduta per le visite mediche ai migranti, eseguite con le tute anti-covid.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares