Diego Falcinelli

Tempo di lettura 3 Minuti

CROTONE – “Le difficoltà maggiori che troveremo contro la Roma domani sono che ci schiacceranno e faremo fatica a ripartire, perché le grandi squadre fanno quello. Ti chiudono nella metà campo, vanno sulle preventive, i difensori sono forti e ti concedono poco, ma non andremo li battuti, anche se abbiamo un grandissimo rispetto della Roma”. Diego Falcinelli, attaccante del Crotone è pronto a sfidare la Roma all’Olimpico.

Il bomber dei calabresi, arrivato in prestito dal Sassuolo vuole ben figurare contro una delle squadre che puntano al titolo. “La Roma è sempre una grande squadra che ogni anno lotta per vincere lo scudetto. L’anno scorso è arrivata al preliminare di Champions, è una squadra forte sotto tutti i punti di vista -sottolinea Falcinelli all’Adnkronos-, forte fisicamente, mentalmente, ha un grandissimo allenatore, sarà una partita più che complicata però ce la andremo a giocare, abbiamo entusiasmo e sarà anche importante per la nostra crescita affrontare questo tipo di calciatori”.

LEGGI LA PRESENTAZIONE DELLA GARA CON LA ROMA

Ad ogni modo per il titolo Falcinelli vede la Juve davanti a tutti. “Chi lotterà per lo Scudetto? La Juve è un gradino sopra a tutti, ma il campionato è lungo, gli impegni sono tanti, le antagoniste possono essere la Roma, Napoli e forse l’Inter”.

Grandi complimenti da parte dell’attaccante ai due tecnici: “Nicola e Di Francesco? Giocano con due moduli diversi, il mister Nicola lavora molto sulla squadra avversaria, ci dice tutto. Di francesco pensa un pò più alla propria squadra. Palla a terra, palla mai calciata. Grande organizzazione, tutti sanno quello che devono fare in qualsiasi zona del campo, con la palla e senza. Nicola è un grande allenatore e una grandissima persona. E’ da poco che lavora con il gruppo ma ci sono stati netti miglioramenti. Del resto una squadra neopromossa che nei primi tempi avrebbe avuto 6-7 punti vuol dire che sta lavorando bene. Certo che quando cali di intensità non è la Serie B che puoi gestire la palla visto che gli altri hanno una qualità maggiore. Però si lavora tanto, non ero abituato, anche se ho visto i dati e tra le squadre che corrono di più in serie A, ci sono il Sassuolo che è secondo e noi quarti”.

Il Crotone ha conquistato il primo punto in Serie A contro il Palermo ma sono tante le recriminazioni: “Non siamo soddisfatti del risultato con il Palermo, perché è stata una partita giocata a grandi livelli e a grandi ritmi -spiega Falcinelli- e abbiamo fatto un ottimo primo tempo, abbiamo speso molto e i primi minuti della ripresa abbiamo un pò sofferto il calo fisico. Normale che quando cali fisicamente dobbiamo migliorare la gestione della palla, ma siamo in netto miglioramento e si vede”, poi aggiunge convinto: “Alla fine queste partite allo Scida non si perdevano. Il nostro stadio è mancato molto, perché quando cali di intensità il tuo pubblico ti tira fuori la forza interiore. L’obbiettivo del Crotone è la salvezza, per quanto mi riguarda io metto sempre davanti prima la squadra, lavoro per la squadra, ho grande voglia di fare gol e mettermi in mostra, e poi vedremo, penso solo al Crotone”.

Un gol lo aveva quasi fatto ma gli è stato “scippato”: “Trotta lo hanno massacrato un pò tutti, ma sono contento perché l’importante è trovarsi li e che avevamo sbloccato la gara. Ho voglia di far gol ma c’è tempo, bisogna provare a fare la giocata perché così possiamo capire che abbiamo la possibilità di fare la differenza”.

Infine una battuta sul gol del suo ex compagno di squadra Sansone con il Villarreal da oltre 50 metri. “Complimenti a Sansone, gli ho scritto subito un messaggio. E’ un bravissimo ragazzo e un grande giocatore”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •