X

Montella con Lapadula durante una partita del Milan

Tempo di lettura 2 Minuti

Tutto pronto per la sfida di serie A. L’allenatore del Milan racconta del passato comune al Genoa con l’attuale tecnico dei pitagorici: «Dobbiamo pensare a giocare bene»

CROTONE – E’ alle prese con diverse assenze mister Davide Nicola per la complicatissima trasferta del Crotone a San Siro. Contro il Milan, oltre a Claiton e Nalini fuori già da alcune gare, mancheranno anche Mesbah e Tonev.

L’infortunio muscolare occorso contro la Sampdoria, costringerà il terzino a stare fuori fino all’inizio del girone di ritorno; diagnosi simile per Tonev, che nei giorni scorsi è stato operato di menisco. Torna dunque dal primo minuto, con tutta probabilità, Martella sulla fascia sinistra.

E oltre ai già convocati in passato Cuomo e Suric, per la prima volta Nicola convoca anche Nicoletti. Per il resto la formazione dovrebbe essere praticamente quella vista contro la Sampdoria, anche se il tecnico piemontese lascia trasparire l’intenzione di effettuare qualche cambiamento.

IN CASA MILAN – “Con Nicola ci conosciamo da tanto tempo, abbiamo giocato insieme nel Genoa, abbiamo legato molto, abbiamo fatto il corso di Coverciano insieme, ha una grandissima preparazione e sono contento di rivederlo. Ricordo che mi ha costretto a comprare un libro, se non ricordo male l’alchimista, l’ho letto in due giorni”.

Alla vigilia della sfida con il Crotone, il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, parla del collega e amico Davide Nicola che siede sulla panchina degli “squali” domani impegnati a San Siro alle 12.30. Una sfida che sulla carta è alla portata dei rossoneri, ma l’allenatore non si fida. “Non vorrei essere retorico, ma non esistono partite facili. Il Crotone ha avuto un periodo di adattamento in serie A, ha patito molto il non poter giocare in casa nella prima parte della stagione, poi ha ritrovato il suo stadio ed è cresciuto molto. E’ una squadra che anche quando ha perso è sempre stata in partita, hanno un nuovo assetto e hanno trovato equilibrio e continuità, non sarà assolutamente una partita facile anche perchè il nostro campionato ci insegna che non ne esistono”.

Per Montella non è una gara complicata da preparare. “Credo che la preparazione sia sempre la solita, quelli di domani sono tre punti che valgono esattamente come quelli della vittoria sulla Juve. Dobbiamo pensare a giocar bene, a portare in campo i nostri principi e a migliorarci”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares