X
<
>

L'attaccante del Crotone Diego Falcinelli

Condividi:

Il settore potrà contare su 1800 posti. Nicola: «Voglio che lo Scida ci aiuti e incoraggi per tutta la partita»

CROTONE – Per la partita forse più importante della stagione, lo scontro diretto casalingo contro il Pescara, il Crotone potrà contare su una curva più grande. Saranno 1800 gli ingressi autorizzati in Curva sud, quella del tifo organizzato, in seguito al provvedimento preso in autonomia dal sindaco Ugo Pugliese che rende possibile utilizzare anche la parte di curva “Manzulli” oggetto dei lavori di ampliamento.

Una buona notizia per la squadra di Davide Nicola, che nella conferenza stampa di questo pomeriggio ha chiesto «un ambiente che ci aiuti e ci incoraggi per tutta la partita. I nostri tifosi lo hanno sempre fatto, ma domani servirà ancora di più». E’ una gara delicata «che va considerata e ben interpretata soprattutto sotto l’aspetto tattico, nervoso e della concentrazione, oltre che della lettura dei vari momenti».

Il tecnico piemontese non vuole sentire parlare delle pur numerose assenze: «Non importa chi manca, giochiamo con chi è disponibile».

Conferma, dunque, per Martella sulla fascia sinistra della difesa, e grande fiducia per Mario Sampirisi, «un calciatore – afferma Nicola – che ha le qualità e i numeri per giocare in questa categoria per dieci anni. Ha giocato, segnato e fatto assist; a questo punto la differenza la fa la capacità di riuscire a tenere l’adrenalina sempre alta».

IL SINDACO. «Non potevamo, alla vigilia di una partita decisiva per le sorti del Crotone Calcio fare tutto il possibile affinché gli sportivi crotonesi, proverbiali “dodicesimi uomini” in campo, fossero messi nelle condizioni ottimali per assistere alla partita Crotone-Pescara». Così Ugo Pugliese, primo cittadino di Crotone, nell’annunciare il provvedimento: «Verificate le condizioni di agibilità ai fini della sicurezza degli spettatori, ho voluto che nella nuova Curva sud fossero disponibili ulteriori 1.800 posti proprio per fare sentire più forte il calore della gente di Crotone agli uomini di mister Nicola. Ringrazio la Prefettura – ha detto ancora Pugliese – la Questura, le forze dell’ordine e l’Fc Crotone per la sensibilità istituzionale e la collaborazione».

«L’invito – conclude Pugliese – è a tutti gli sportivi crotonesi a recarsi allo stadio in occasione di Crotone-Pescara per sostenere con il consueto calore e la tradizionale correttezza i ragazzi rossoblù in un delicato incontro fondamentale per il futuro sportivo della squadra». 

IL PESCARA.  Alla vigilia della sfida salvezza con il Crotone, due belle notizie per Massimo Oddo. L’allenatore del Pescara recupera Pepe e Campagnaro, che erano in dubbio per la trasferta in Calabria. Pepe ha smaltito il virus intestinale, mentre Campagnaro ha superato il problema al polpaccio. «Campagnaro ha fatto un test stamattina e non avvertito fastidi – spiega Oddo – sarà a disposizione al pari di Pepe. Domani ci giochiamo una piccola fetta di salvezza, perchè i punti negli scontri diretti pesano molto. Ho visto all’opera Il Crotone, è una squadra in salute, sarà una partita dura anche perchè loro giocheranno in casa».

Allo Scida si affronteranno due neopromosse. «Rispetto al Crotone di Juric, che era particolarmente aggressivo, quello di Nicola è più attendista e incisivo in contropiede. Per noi sarà fondamentale non perdere, anche se noi come sempre cercheremo di portare a casa l’intera posta in palio». A centrocampo Verre e Aquilani si giocano un posto. «Contro il Cagliari ho sentito fischi ingenerosi nei confronti di Verre e mi è dispiaciuto molto. Non era al meglio, ma in campo ha dato tutto. Domani pretendo grande furore agonistico perchè sono convinto che i nostri avversari lo tireranno fuori». Oddo confermerà il 4-3-2-1. In attacco il riferimento offensivo sarà Pepe, mentre in difesa Campagnaro dovrebbe giocare dal primo minuto. Assenti per infortunio Coda, Mitrita e Bahebeck. P

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA