X
<
>

Davide Nicola, allenatore del Crotone

Tempo di lettura 2 Minuti

Obiettivo vittoria per la squadra pitagorica che dovrà fare a meno di Tonev. Rodhen al rientro

CROTONE – «Abbiamo lavorato tutta la settimana con un unico pensiero: far nostra la partita con il Cagliari». Lo ha detto l’allenatore del Crotone Davide Nicola in vista della partita di domani. Una gara importantissima nel tentativo di recuperare la distanza dall’Empoli.

«Indipendentemente da quello che faranno gli altri – ha aggiunto Nicola – conta quello che dobbiamo fare noi. Non abbiamo sfigurato con grandi squadre nelle ultime tre gare, ma è vero: non abbiamo avuto occasioni. Contro il Cagliari voglio rivedere la fame e la rabbia che ho visto con l’Empoli. Con i sardi è una gara fondamentale. Conta fare le cose per bene con l’entusiasmo che ho visto questa settimana».

Il Crotone tra le squadre di bassa classifica è quella che ha subito meno goleade, tuttavia in classifica è comunque dietro a Genoa e Cagliari e soprattutto da quattro turni non segna. «Non abbiamo mai preso imbarcate – ha detto ancora Nicola – ma è vero che ci mancano 4 o 5 punti e non sempre per colpa nostra. Per me non è meglio subire delle goleade perché vuol dire non avere dignità sportiva. Tutti sanno che è difficile affrontare il Crotone e dobbiamo essere fieri di questo. Noi dobbiamo e vogliamo migliorare. Questo significa tornare a fare azioni da gol e vincere la prossima gara».

Contro il Cagliari Nicola dovrà fare a meno di Tonev che ha avuto un ennesimo problema all’adduttore. In pole per un posto da titolare ci sono Acosty e Stoian, mentre in attacco Falcinelli farà coppia con Trotta. Torna Rodhen dopo un mese di stop. In difesa, assente Ferrari per squalifica, si adatterà in base a quello che faranno gli avversari. «Sappiamo giocare a tre o quattro – ha detto ancora il tecnico – e la nostra forza dovrà essere quella di dimostrarci bravi ad osare attaccando in dieci e difendendo in dieci. Il Cagliari ha un attacco importante, ma subisce tanti gol».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA