Un momento dell'incontro tra Sampdoria e Crotone

Tempo di lettura 3 Minuti

GENOVA – Il Crotone si veste da corsaro ed espugna il Luigi Ferraris battendo la Sampdoria per 2 a 1 e dimostrando che forse l’attuale posizione di classifica non è quella meritata in forza del gioco espresso fino ad oggi.

I calabresi salgono così a 24 punti ma restano sempre a meno 5 punti dall’Empoli e, quindi, dalla salvezza visto che i toscani sono riusciti a battere il Milan a San Siro.

La partita si era messa male per i calabresi allenati da Davide Nicola che al ventesimo minuto del primo tempo passano in svantaggio con la rete siglata da Schick che riceve palla sulla trequarti, salta Ferrari, entra in area e batte Cordaz con un preciso diagonale rasoterra. Ma la Sampdoria ha sprecato troppo. Giampaolo sceglie Praet per lo squalificato, per il resto Schick fa coppia con il recuperato Quagliarella, mentre Bereszinski e Dodò difendono le fasce, con Silvestre e Skriniar centrali. Nicola si gioca la partita della vita con Falcinelli e Trotta in attacco, e opta per Rohden e Nalini sugli esterni. Un brivido lo procura subito Ceccherini, che sfiora il clamoroso autogol su un innocuo cross di Barreto. La Samp insiste e si mette in mostra anche Quagliarella, che costringe Cordaz a un intervento in due tempi. Al 20′ la perla di Schick. Il Crotone prova a reagire: Puggioni, sostituto di Viviano non in perfette condizioni fisiche, salva su Martella ed è decisivo su Falcinelli. Prima dell’intervallo la Sampdoria sfiora il raddoppio con Schick che libera Praet che però colpisce la traversa.

[editor_embed_node type=”photogallery”]77305[/editor_embed_node]

 

Dopo l’intervallo, però, i calabresi rimettono in pari il risultato al 22esimo minuto con la rete di Falcinelli che sfrutta la palla rimessa al centro sugli sviluppi di un angolo da Trotta che si trovava sul secondo palo, l’attaccante anticipa tutti battendo Puggioni e riportando in pari la partita. Infine, ancora Falcinelli protagonista del momento decisivo che consegna ai Pitagorici la vittoria finale, l’attaccante calabrese al 35esimo minuto della ripresa crossa dalla sinistra in area dove Simy al volo intercetta e batte Puggioni per il definitivo 2-1.

«Stiamo facendo il nostro campionato – ha commentato proprio Falcinelli – il mister ci sprona sempre, anche l’Empoli ha vinto a Milano, stiamo facendo entrambe grandi cose. Non si può dire niente, anche oggi abbiamo fatto una grandissima partita, abbiamo preso il campo nel secondo tempo e farlo contro una squadra come la Sampdoria non è affatto semplice. Dodici gol? Sto cercando di fare il meglio possibile, so che tanta salvezza passerà dalle mie prestazioni, domenica arriva il Milan e – conclude il bomber dei calabresi ai microfoni di Sky Sport – dovremo fare bene».

 IL TABELLINO

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni 7, Bereszynski 5.5 , Silvestre 5, Skriniar 5 , Dodò 5 (27′ st Regini 5.5), Barreto 6 (38′ st Alvarez sv), Torreira 6.5, Praet 5 (23′ st Djuricic 5), Bruno Fernandes 5, Schick 7, Quagliarella 5 (12 Krapikas, 30 Falcone, 4 Simic, 17 Palombo, 20 Pavlovic, 21 Cigarini, 47 Budimir) All.: Giampaolo 5.

CROTONE (4-4-2): Cordaz 6, Rosi 6, Ferrari 5.5, Ceccherini 6, Martella 6.5, Rohden 5.5 ( 14′ st Stoian 6,5), Crisetig 6, Barberis 6, Nalini 5.5 (34′ st Acosty 6), Falcinelli 7, Trotta 6.5 (29′ st Simy 6,5). (5 Festa, 33 Viscovo, 3 Claiton, 15 Mesbah, 20 Kotnik, 23 Dusenne, 28 Capezzi, 31 Sampirisi, 42 Sulic). All.: Nicola 7.

Arbitro: Rizzoli di Bologna 6.5.

Reti: 20′ pt Schick. 22′ st Falcinelli, 35′ st Simy.

Angoli: 9 a 4 per il Crotone. Recupero:0′ e 4′. Ammoniti: Praet, Ceccherini, Ferrari, Falcinelli, Torreira per gioco scorretto. Spettatori: 18.000

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •