Nicola a Torino circondato dai tifosi

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CROTONE – E’ finito oggi pomeriggio lo speciale “Giro d’Italia” in bici di Davide Nicola. L’allenatore del Crotone ha mantenuto la promessa fatta: il suo club è rimasto in serie A e lui ha pedalato dal comune calabrese sino a Vigone, a pochi passi da Torino e soprattutto a pochi chilometri dai luoghi dove è nato. 

LEGGI IL FASCICOLO SULLA LUNGA PEDALATA DI NICOLA

Il tecnico ex Bari e Livorno è partito, con al suo fianco alcuni parenti e collaboratori, il 9 giugno dallo stadio “Ezio Scida”. Nove tappe, in nove giorni, per un viaggio definito dallo stesso Nicola “una favola”.

“Stanco? Ancora non avverto dolori particolari. Da domani capirò meglio e sentirò un pò di stanchezza. Ciò che più mi interessa è che l’obiettivo è stato raggiunto. Ho mantenuto la promessa sportiva e, con l’aiuto di tanti, abbiamo suscitato l’attenzione di molti sulla sicurezza lungo le strade. Qui a Torino sono stato accolto alla grande: sono molto emozionato”. Lo ha detto, ai microfoni di Sky, ai meno 30 chilometri dall’arrivo, lo stesso Nicola, ex giocatore del “Toro”, dal piazzale dello stadio Filadelfia.

“E’ iniziato tutto per gioco. Poi abbiamo incontrato, via via, personaggi incredibili, come Max Allegri, Michele Bartoli, Davide Cassani, Gian Piero Gasperini, e tante persone non famose che hanno reso tutto più bello. La vita ha molto più valore rispetto a quanto gliene diamo generalmente. Ringrazio mio cognato, mio nipote e tutti quelli che mi hanno accompagnato. E’ stato un viaggio bellissimo, una favola. Il mio futuro? Finito il Giro, avrò modo ora di parlare col Crotone e di queste cose”, ha concluso Nicola.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •