X
<
>

Il presidente del Crotone Gianni Vrenna

Tempo di lettura 2 Minuti

ROMA – “Un ritorno di Nicola in panchina? È fantamercato, noi continuiamo con Stroppa, abbiamo fiducia nel nostro allenatore. La squadra, seppur ultima in classifica, ha dimostrato di esprimere un buon calcio. Purtroppo il calendario non è stato felice, abbiamo affrontato già Sassuolo, Juve, Milan, Atalanta, Lazio, ora abbiamo il Bologna e poi anche il Napoli: speriamo da dicembre, con partite alla nostra portata, di poter cominciare a fare punti. Io sono fiducioso, la squadra è viva e pronta a combattere”.

Lo ha dichiarato il presidente del Crotone Gianni Vrenna, intervenuto a “La politica nel pallone” su Rai Gr Parlamento.

“Non abbiamo preso noi la decisione di giocare contro la Lazio mentre in città c’era il pandemonio – ha aggiunto il presidente facendo riferimento al violento nubifragio che ha colpito la città proprio nella giornata di sabato – ancora adesso la città è in ginocchio, con voragini e strade impraticabili. Tutti noi ci ricordiamo ancora del ’96 e per fortuna questa volta non ci sono state vittime. Ci inventeremo qualcosa per dare una mano alla città, nell’ambito delle nostre possibilità, proveremo a sostenere chi è stato colpito”.

“Simy? È un giocatore importante, lo ha dimostrato negli ultimi anni – ha aggiunto il numero uno del club calabrese – al momento non sta dando il meglio di sé, è un diesel e ci mette tanto a carburare, ma poi esplode. Abbiamo avuto tante richieste in estate per lui, soprattutto dall’estero, ma abbiamo voluto tenerlo con noi perché è importante per inseguire l’obiettivo della salvezza”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares