X
<
>

Le proteste per il gol annullato a Molina

Condividi:

TERNI – Finisce con un’altra sconfitta per il Crotone il match del Libero Liberati che ha visto di fronte i pitagorici di Marino e la Ternana. Tanta sfortuna per i rossoblù che hanno colpito tre legni (due con Mulattieri e uno con Vulic), creando anche almeno altre quattro occasioni limpide per passare. Migliore in campo il portiere di casa Iannarilli, che con la sua prestazione ha messo una pezza all’espulsione nel primo tempo di Proietti.

CRONACA

Cambia ancora Pasquale Marino che ritorna alla difesa a tre e schiera il tandem d’attacco formato da Mulattieri e Maric. A centrocampo non c’è Benali, mentre Cuomo, Donsah, Kargbo e Oddei partono dalla panchina. I pitagorici hanno un atteggiamento decisamente diverso rispetto alle ultime uscite: sono aggressivi e messi bene in campo, anche se dopo qualche secondo rischiano di andare sotto per una conclusione ravvicinata di Donnarumma.

La gara viene sbloccata da un’invenzione di Falletti prende palla (11’) e da trenta metri fa partire un bolide potentissimo che muore proprio sotto l’incrocio dei pali. I pitagorici iniziano a macinare occasioni. La prima clamorosa è quella che si costruisce Mulattieri che controlla al limite e lascia partire un destro, leggermente deviato, che si stampa sul palo interno prima di schizzare via. Continua ad attaccare il Crotone, ci prova di testa Canestrelli che prende bene il tempo a tutti, ma la palla sbatte a terra prima di sorvolare la traversa. La squadra di Lucarelli soffre ed è costretta anche alle brutte maniere per difendere il pareggio. Ne fa le spese Proietti che rimedia il secondo giallo in 30 minuti e lascia la squadra in dieci. Sulla punizione seguente Iannarilli arriva sul siluro di Vulic, deviando sulla traversa. Secondo legno per i pitagorici. E ancora sull’azione seguente Mulattieri si libera in area in un lampo, calcia sul primo palo, ancora portiere di casa a rispondere presente.

La ripresa inizia allo stesso modo, ma per l’attaccante degli azzurrini non è proprio giornata. Neanche quando in avvio prende palla a centrocampo, guadagna metri ma sembra decentrarsi troppo, decide comunque di concludere in porta ma a fermarlo è ancora una volta la traversa (2’). Ci prova anche Nedelcearu poco dopo, ancora Iannarilli protagonista. Al 19’ destro deviato di Vulic, Molina insacca, ma Serra aveva già fischiato un fallo di Zanellato su Diakite. Marino tira fuori Nedelcearu e cambia assetto, ma il Crotone perde lucidità.

La Ternana invece si riorganizza, gestisce bene il pallone e spezzetta il gioco togliendo ritmo ai rossoblù. Da parte dei pitagorici si aspetta un assedio finale, che però non arriva. Gli ingressi di Oddei, Schirò e Kargbo finiscono per creare solo confusione, le fere stringono i denti e alla fine portano a casa tre punti come macigni.

Questo il tabellino della partita:

  • TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; S.Diakite, Sørensen, Capuano, Martella (35’ st Boben); Proietti, Koutsoupias; Partipilo (35’ st Mazzocchi), Falletti (14’ st Salzano), Capone (1’ st Celli); Donnarumma (40’ pt Agazzi). In panchina: Krapikas, Vitali, Casadei, Ghiringhelli, Kontek, Paghera, Furlan, Pettinari, Peralta. Allenatore: Lucarelli
  • CROTONE (3-5-2): Festa; Nedelcearu (22’ st Oddei), Canestrelli, Paz; Giannotti (22’ st Schirò); Zanellato (32’ st Kargbo), Vulic (43’ st Donsah), Estevez, Molina; Mulattieri, Maric (43’ st Borello). In panchina: Saro, Pasqua, Cuomo, Mondonico, Visentin, Sala, Rojas. Allenatore: Marino
  • ARBITRO: Serra di Torino
  • MARCATORI: 11’ pt Falletti
  • NOTE: espulso al 39’ pt Proietti (Te) per doppia ammonizione. Ammoniti: Proietti, Molina, Nedelcearu, Vulic. Angoli: 5-9. Recupero: 1’ pt; st 4’.
Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA