Salta al contenuto principale

Turismo in Calabria, i dati sono confortanti
In aumento le persone che scelgono la regione

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 45 secondi

IL turismo segna un discreto andamento in Calabria. Lo dicono i dati presentati oggi alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano con il sedicesimo Rapporto sul turismo in Calabria, che consta dei dati rilevati tra gennaio e settembre 2015, con una proiezione per gli ultimi tre mesi. Il rapporto sarà a breve completato con i dati reali.

LE FOTO DELLA CALABRIA ALLA BIT DI MILANO

La manifestazione si è svolta alla presenza del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e del sottosegretario al Turismo e Beni culturali, Dorina Bianchi. Molti gli incontri tenuti nell'arco della giornata alla Bit di Milano.

«Abbiamo registrato un incremento del 7,2% del turismo interno, italiano, in Calabria, e del 6,1% per quanto riguarda il turismo straniero», ha detto Oliverio commentando i dati.

«Sono numeri importanti che devono indurci - ha detto Oliverio - a tentare anche un incremento di queste cifre. Ci stiamo muovendo in direzione di un rafforzamento della mobilità per aumentare la possibilità di arrivare in Calabria in tempi rapidi. Poi stiamo lavorando nel senso di un allargamento della stagionalità e proprio oggi, tra poco, avremo due incontri specifici, uno sul turismo naturalistico e uno sul turismo religioso. Ma stiamo anche pensando ad altro, come a fare della Calabria la regione più ciclabile del Paese», ha detto Oliverio, che ha anche annunciato un incontro a Mosca, il 22 marzo, con alcuni operatori russi.

«La stagione che si avvicina è già in positivo - ha spiegato - visto che c'è già un aumento del 22% dei voli charter programmati in Calabria».

Nel corso di una conferenza stampa, alla quale ha partecipato anche il sottosegretario di stato al turismo e cultura Dorina Bianchi, Oliverio ha sinteticamente illustrato i dati relativi al bilancio del turismo in Calabria nei primi nove mesi dell'anno scorso.

«Dalle presenze che si sono registrate già in questa prima mattinata - ha detto il governatore - devo dire che c'è un grande interesse per la Calabria. Il fatto che un'autorevole rivista inglese abbia indicato tra le prime dieci località da visitare, a livello mondiale, la nostra regione, è un segnale importante che ci riempie di soddisfazione, di orgoglio e che sottolinea quelle che sono le potenzialità della nostra regione. Credo che anche in relazione al contesto più generale, quello del Mediterraneo, la Calabria ha nuove opportunità che bisogna cogliere per intercettare una domanda che può essere indirizzata verso la nostra regione. Ci sono circa settanta operatori cui abbiamo assegnato uno spazio ampio dove poter incontrare i tour operator che orientano i flussi turistici».

«Credo che ci sono tutte le condizioni perché la Calabria - ha proseguito Oliverio - possa mettere le ali anche da questo punto di vista. Dobbiamo porre grande attenzione alla mobilità, ossia alla necessità di poter arrivare in Calabria in tempi molto ridotti, rispetto a quelli attuali. Su questo questo settore abbiamo allocato molte risorse sui fondi europei per agevolare la mobilità dall'Europa e dal nord Italia verso la Calabria. Dobbiamo investire molto nei servizi. Il secondo impegno è quello di allargare la stagionalità, senza limitarci al mese di agosto. Rispetto a questo obiettivo stiamo lavorando in tutte le direzioni».

Il sottosegretario Dorina Bianchi si è soffermata sugli accordi fatti con il Governo russo per incrementare i rapporti anche nel settore turistico, con particolare riferimento alla Calabria. «Noi stiamo vivendo un periodo positivo della stagione turistica perché coincide con il fatto che rotte come la Turchia e l'Egitto non sono più mete ambite. Sono lieta che anche un assessore della Regione Lombardia mi abbia detto oggi che lo stand della Calabria è quello più bello. Insomma, dobbiamo lavorare così perché, con le nostre ottime qualità, dobbiamo fare ritornare la gente nella nostra regione. Da questo punto di vista darò, come Governo, tutta la collaborazione possibile alla Regione Calabria, guidata da Oliverio, con il quale abbiamo da tempo un rapporto di stima ed amicizia.Un rilancio del Paese Italia passa attraverso un riordino di tutto il nostro Sud».

Anche i tre parchi Nazionali della Calabria, Aspromonte, Pollino e Sila, con il coordinamento di Federparchi Calabria, saranno presenti alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, in uno spazio dedicato nello stand della Regione Calabria.

I Parchi calabresi condivideranno dunque uno spazio istituzionale comune, proseguendo in quel ragionamento d'insieme che contraddistingue le ultime iniziative delle Aree Protette. Alla Bit, affermato evento di caratura internazionale, i tre Parchi presenteranno la propria offerta turistica-sostenibile alla platea di stakeholders e potenziali turisti, che ogni anni frequentano la bit quale "luogo" privilegiato di interscambio comunicativo, informativo e valutativo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?