Salta al contenuto principale

Maltempo in Calabria, danni ingenti per l'agricoltura

La denuncia di Confagricoltura dopo il forte vento

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Interventi per alberi spezzati dal vento
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

CATANZARO - Sono ingenti i danni provocati dal maltempo all'agricoltura del Mezzogiorno d'Italia. Sicilia, Calabria e Puglia le regioni più colpite. Lo segnala Confagricoltura, che sta monitorando la situazione attraverso le sue strutture regionali e provinciali. Il forte vento che ha colpito il sud est della Sicilia ha distrutto centinaia di serre della fascia vocata che va da Pachino a Vittoria, provocando danni ingenti.

In Calabria, oltre alle conseguenze sul territorio (LEGGI) e ai ritardi notevoli per i treni (LEGGI), il vento impetuoso ha divelto capannoni e distrutto le colture arboree, in particolare nelle province di Cosenza, Crotone e Catanzaro. I repentini cambi di temperatura e le forti raffiche di vento hanno seriamente danneggiato le strutture produttive (serre e capannoni) in Basilicata.

Destano preoccupazione anche le dupacee in fiore e la campagna delle fragole in corso nel Metapontino. A ciò si aggiungono, conclude Confagricoltura, i ritardi della Regione nelle istruttorie delle attuali misure e di quelle che si dovranno attivare previste nei Psr, che necessitano, con il sostegno del governo, di una maggiore dotazione finanziaria, dal momento che le calamità provocate dal maltempo sono ormai un fenomeno quotidiano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?