Salta al contenuto principale

Autorità portuale dello Stretto, nominato presidente

Ministero punta su un ingegnere proveniente da Bari

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il porto di Reggio Calabria
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

REGGIO CALABRIA - Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha individuato nell’ingegner Mario Paolo Mega la persona a cui affidare il ruolo di presidente della Autorità di Sistema Portuale dello Stretto.

Grazie a questa nomina - si legge nella nota del Dicastero - la sedicesima autorità portuale diventa così pienamente operativa. La scelta, notificata alle due Regioni coinvolte per l’intesa, arriva al termine della procedura di raccolta di manifestazioni di interesse avviata lo scorso 6 marzo, ed è maturata dopo una lunga e attenta valutazione dei numerosi curricula giunti al Mit.

«Mega - evidenzia il Ministero - ha una comprovata esperienza non solo nel settore dell’economia dei trasporti e portuale, ma nello specifico all’interno di un’autorità portuale. È infatti un ingegnere dalla indiscutibile professionalità, attualmente dirigente tecnico del servizio infrastrutture, innovazione tecnologica e pianificazione strategica dell’autorità portuale di Bari, istituzione per cui lavora dal 2003. Negli anni - prosegue la nota - è stato, tra le altre cose, anche componente del Comitato tecnico di Assoporti per le materie dell’innovazione tecnologica e la creazione di sistemi Its».

Con la scelta del Ministero, l’Autorità potrà operare per garantire il giusto rilancio ai porti di Messina, Milazzo, Tremestieri, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, che le fanno capo, e lo sviluppo dell’economia dell’area strategica dello Stretto, conclude la nota.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?