Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Crescono i mutui in Calabria, nel primo semestre 2018, infatti, l’importo medio richiesto dagli aspiranti mutuatari in Calabria è stato pari a 107.647 euro, in aumento dell’1,23% rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre i tempi necessari alla restituzione del prestito si sono ridotti di 5 mesi e sono oggi pari a 20 anni e 5 mesi. I dati arrivano dall’osservatorio congiunto Facile.it – Mutui.it, che ha evidenziato come nel corso dell’ultimo anno sia cresciuta anche la percentuale di richiedenti calabresi che hanno cercato di ottenere un mutuo a tasso fisso, arrivata all’87,1%, valore più alto di tutta la Penisola e in aumento, nella sola Calabria, di quasi 10 punti percentuali.

Scendendo più nel dettaglio e analizzando l’andamento a livello provinciale, emerge che gli importi medi più alti sono stati richiesti a Vibo Valentia (117.430 euro), seguita da Catanzaro (114.126 euro) e Cosenza (106.496 euro) mentre i più bassi a Reggio Calabria (100.141 euro), Crotone si pone poco sotto il livello di Cosenza (105.334 euro). 

Dati interessanti emergono analizzando la scelta del tasso; se quello fisso si conferma di gran lunga il preferito in tutte le province della Calabria, non mancano le differenze a livello territoriale. A Vibo Valentia, ad esempio, la percentuale di richieste mutuo a tasso fisso ha addirittura superato la soglia psicologica del 90%, assestandosi a quota 92,6% del totale. Valori sopra la media regionale anche per i richiedenti di Cosenza (87,3%) e Catanzaro (87,1%), mentre le percentuali più basse di richiedenti mutuo a tasso fisso sono quelli registrate a Crotone (83,9%) e Reggio Calabria (86,3%).

In calo, infine, anche l’età media di chi ha chiesto un mutuo; era quasi 43 anni e mezzo nel primo semestre dello scorso anno, è scesa a 42 anni nel corso dei primi sei mesi del 2018.

Guardando al valore Loan To Value delle richieste, ovvero quanta parte del valore della casa viene finanziato tramite mutuo, la forbice varia tra il 62,6% registrato a Reggio Calabria e il 67,7% di Vibo Valentia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •