X
<
>

Condividi:

I nuovi collegamenti saltano la città campana

NAPOLI – Al sindaco di Napoli, De Magistris non va giù la decisione di Trenitalia di rendere più veloce i collegamenti tra Reggio Calabria e Roma a scapito dello scalo della città campana.

«Trovo davvero inconcepibile che Napoli, centro strategico e nevralgico del mezzogiorno, sua storica capitale, venga penalizzata dalla decisione che ha modificato il servizio di collegamento tra Napoli e Reggio Calabria, al fine di rendere più veloci i collegamenti tra Reggio Calabria e Roma.» Afferma in una nota l’irato sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Dallo scorso 11 dicembre, il treno di collegamento tra Reggio Calabria e Roma (Freccia argento) effettua fermate solo a Salerno, Paola, Lamezia Terme e villa San Giovanni, saltando Napoli. Si tratta di un servizio che ha consentito di ridurre un poco i tempi di percorrenza su questa tratta, mentre il collegamento tra Napoli e Reggio Calabria resta affidato, unicamente, a treni freccia bianca, Intercity e treni regionali.

«Si penalizza il flusso, da sempre molto intenso, turistico e non solo, tra Napoli e la Calabria. Faccio appello al Ministro Delrio ed a Trenitalia affinchè venga immediatamente rivista questa assurda e grave decisione che cancella nella tratta Roma-Reggio Calabria la stazione di Napoli», conclude il primo cittadino.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA