X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

ORMAI fa caldo da 40 giorni nelle tante calabrie e l’argomento preferito, se non unico, nelle conversazioni è appunto il caldo. Che non risparmia nessuno e nessuna zona. Nel cielo si sente solo il rumore inconfondibile dei canadain air, non solo nelle martoriate terre dell’Aspromonte ma ora anche nelle città.

A Catanzaro si respirava il fumo nero degli incendi che assediano il capoluogo e nella Sila greca si fa fatica a domare fiamme e caldo. Chi può aziona i condizionatori ma si dorme (si fa per dire) con balconi e finestre aperte per tutta la notte anche in alta quota.

Ma ha fatto sempre questo caldo nelle tante calabrie? I più anzianotti giurano che mai si ricorda un periodo così lungo di calura oltre i 40 gradi per così tanto tempo. C’è chi dice mai così caldo da 90 anni a questa parte. E intanto il cielo lattiginoso con un sole ombrato ma feroce non accenna a dare tregua. La lamentazione del caldo fa il paio con quella del freddo in inverno? Non provate a dirlo! Rischiate grosso: armatevi di pazienza e dite che non ce la facciamo più, che è tutto insopportabile, che il mondo sta crollando e che non si vedono neanche le stelle cadere ora che siamo nei giorni di San Lorenzo.

Fa caldo, come si diceva in una celebrata pubblicità televisiva di alcuni anni fa. E durerà ancora!

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA