Salta al contenuto principale

Forum al Quotidiano con l'ex sindaco Occhiuto
«Alle elezioni niente partiti ma solo liste civiche»

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

COSENZA - La redazione della cronaca di Cosenza apre le porte alla città. Questa mattina nella sede di piazza Bilotti i giornalisti Michele Inserra, Massimo Clausi, Maria Francesca Fortunato, Tiziana Aceto e Marco Cribari incontrano l'ex sindaco Mario Occhiuto, sfiduciato sabato scorso (LEGGI LA NOTIZIA).

GUARDA LE FOTO

Attraverso i canali ufficiali del Quotidiano sui social network Facebook e Twitter è possibile sottoporre delle domande all’ex primo cittadino di Cosenza e seguire le anticipazioni dei momenti salienti della discussione, che sarà poi sviluppata nell'edizione cartacea de Il Quotidiano del Sud in edicola domani, sul sito web de Il Quotidiano del Sud. Per proporre domande all'ex sindaco Occhiuto è possibile utilizzare l'hashtag twitter #occhiutorisponde oppure inviare una mail a ilquotidiano.web@finedit.com

Ecco una delle domande da Francesco: Secondo lei l'essere stato sfiduciato a soli 4 mesi dalle elezioni potrebbe alla fine rivelarsi un vantaggio in campagna elettorale?

«Secondo me si. Sono stato eletto democraticamente e i cittadini elettori non hanno gradito che io sia stato sfiduciato da una trama di palazzo. I cittadini non possono sopportare che ci siano gruppi di potere che teramano e decidono»

Sulle indagini in corso da parte della magistratura cosa pensa?

«Indagini Dda? Non temo nulla. Mia azione improntata su legalità»

Anche con il Commissario i lavori avviati (piazza Bilotti, planetario) proseguiranno?

«I lavoro appaltati verranno portati a termine dal commissario e andranno avanti mentre sugli altri che devono ancora essere appaltati ed è in corso l'iter burocratico deciderà il commissario»

Sta lavorando a più liste? Anche con i simboli di partito? Ad esempio Forza Italia, che è il suo partito?

«Non ci saranno simboli di partiti ma solo liste civiche aperte a tutti quelli che vogliono impegnarsi per il bene della città. io mi candido perché amo questa città e spero che chi la ama come me venga a votare o si impegni in prima persona»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?