Salta al contenuto principale

Inaugurazione A3, dopo Renzi anche Armani rassicura
«Ce la faremo, non ho dubbi. I lavori sono quasi pronti»

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

DOPO la promessa del presidente del Consiglio Matteo Renzi di inaugurare l'autostrada Salerno-Reggio Calabria il prossimo 22 dicembre (LEGGI LA NOTIZIA), arrivano anche le rassicurazioni del presidente dell'Anas, Gianni Vittorio Armani. 

Intervenendo con "La Repubblica", Armani ha detto: «Ce la faremo, non ho dubbi. La prima cosa che mi ha chiesto Renzi quando sono arrivato è stato proprio il completamento della Salerno-Reggio Calabria».

Eppure, dopo anni di promesse, quella avanzata ieri dal premier Renzi aveva scatenato anche l'ilarità dei giornalisti della stampa estera, che avevano risposto all'annuncio dello stesso Renzi con una evidente risata.

Davanti alla reazione dei giornalisti, Renzi aveva risposto con una battuta: «Quelli che hanno rumoreggiato saranno costretti a fare un pezzo di Salerno-Reggio Calabria: guido io. Così anche se la strada sarà perfetta vi sentirete male lo stesso...». In un intervento di stamani a Rtl 102.5, nel quale ha confermato la data del 22 dicembre, Renzi ha commentato ancora la reazione dei giornalisti esteri: «E' lo stesso risolino con cui hanno accolto il mio messaggio "finiremo la Variante di valico" e "supereremo il Senato". Per il momento li abbiamo smentiti e sono contento. Sono un "very normal people", un italiano medio: che qualche giornalista straniero possa verificare che li stiamo smentendo mi fa stare bene».

Ma sul rischio che si possa ripetere l'ennesima scommessa persa sulla A3, Armani assicura: «No. Il cantiere è ultimato al 70% e siamo in anticipo di un anno. Non era scontato, nel 2015 il viadotto Italia rimase bloccato per la morte di un operaio».

Riguardo la forte accelerazione sull'A3, Armani spiega che è stata possibile «con soluzioni come la parallelizzazione delle quattro gallerie: le canne sono state costruite insieme, scavando da entrambi i lati. Vogliamo rifare il manto stradale nei punti dove è deteriorato prima del 22 dicembre».

Anche il ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio ha voluto ribadire la certezza del Governo nell'annunciare la conclusioe dei lavori sulla A3 affermando che «Parleranno i fatti. L'ha detto il presidente», ha aggiunto conversando con i giornalisti a margine della presentazione dell’avanzamento dei lavori della nuova piastra servizi della Stazione Termini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?