Salta al contenuto principale

Elezioni 2016, la presentazione delle liste a Cosenza

Oltre mille candidati, esclusa la lista dei Gentile

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

COSENZA - La commissione elettorale comunale avrebbe ricusato stasera la lista del Nuovo Centrodestra dei fratelli Gentile, collegata - con il simbolo di "Cosenza popolare" - alla candidatura di Enzo Paolini. Ad Ncd viene contestato l'utilizzo dei vecchi modelli per l'accettazione della candidatura degli aspiranti consiglieri, datati 2011 e precedenti all'entrata in vigore della legge Severino, che ha fissato le condizioni di incandidabilità.

L'ufficialità arriverà nelle prossime ore, così come la decisione del Nuovo Centrodestra probabilmente di tentare la strada del ricorso. Un esito ad ogni modo "clamoroso", che richiama le tortuose trattative dei giorni scorsi con il Nuovo Centrodestra conteso tra il Pd e l'alleanza civica di Carlo Guccione ed Enzo Paolini.

E' questo il "giallo" che arriva al termine di una giornata, quella della consegna delle liste, senza l'abituale ressa. A Cosenza già venerdì quattro candidati a sindaco avevano presentato ventidue liste. Stamattina, nell'ultima giornata di presentazione, le liste sono arrivate a 32. I candidati a sindaco sono sei. Con Mario Occhiuto ci sono quindici liste, tutte "civiche". Nessun simbolo di partito tra Forza Cosenza, Cosenza bellissima, Cosenza in alto, Città sostenibile, Mario Occhiuto sindaco, Fabbrica creativa, Occhiuto bis, Cosenza positiva, Ok Cosenza, I moderati, Cosenza Libera, Partito della rivoluzione-Lista Sgarbi, Progetto Cosenza, Cosenza sempre più, Democrazia Mediterranea. Naturalmente dietro Forza Cosenza si intravede Forza Italia, mentre a Progetto Cosenza hanno contribuito Fratelli d'Italia e Nuova democrazia cristiana. Cosenza positiva è la lista promossa dal consigliere regionale Fausto Orsomarso. L'ultima lista presentata è stata quella di Sgarbi, che tra i suoi candidati registra l'economista Pierangelo Dacrema.

Prima del "giallo" Alleanza Popolare, cinque le liste di Enzo Paolini, tutte consegnate ieri sera: Pse, Buongiorno Cosenza insieme a Cosenza Domani, Costruiamo il futuro, Pli Federazione verde ecologista, Cittadini per Cosenza (ovvero Scelta civica).

Brividi per la coalizione di Carlo Guccione, sostenuto da Pd, Ala e Psi: l'ultima delle sue otto liste, Orgoglio Brutio, è arrivata in Comune a dieci minuti dal termine, fissato per le 12, e i presentatori sono rimasti dentro a lungo perché non si reperiva un documento, integrato alle 12 è 57. Le altre liste che sostengono Guccione sono Pd, Adesso Cosenza, Uniti per la città, Grande Cosenza, Prima Cosenza (la lista di Morrone) , Oltre i Colori (messa su dal verdiniano Mancini) , Psi. Completano il quadro le liste MoVimento 5 Stelle, che candida a sindaco Gustavo Coscarelli, Cosenza in Comune con Valerio Formisani, Hettaruzzu Hebdo con Vincenzo "Guru" Iaconianni.

Ora sarà la commissione elettorale comunale, presieduta da un magistrato e insediata al terzo piano di Palazzo dei Bruzi, a valutare l'ammissibilità delle liste.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?