Salta al contenuto principale

Caporalato, il ministro Martina in Calabria: «Maggiori controlli nelle raccolte in campagna»

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

ROMA - «In vista della stagione di raccolta con il ministro Giuliano Poletti stiamo lavorando al rafforzamento dei controlli a partire da 15 territori prioritari. Tra le azioni è prevista l’attivazione di task force composte da ispettori del Lavoro e supportate da Carabinieri e Corpo Forestale, con un significativo aumento di uomini e mezzi impiegati nel controllo delle campagne».

Lo annuncia all’ANSA il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina in visita alla Cooperativa di Libera "Valle del Marro" in Calabria.

«L'obiettivo - precisa Martina - è quello di incrementare ancora le verifiche, che lo scorso anno sono aumentate di oltre il 50%, tutelando la salute e la dignità dei lavoratori. Un’operazione incisiva che salvaguarda anche le aziende in regola che subiscono la concorrenza sleale di chi infrange la legge. Non è ammissibile nessuna forma di sfruttamento per questo vogliamo continuare ad alzare il livello di contrasto. È importante per questo - conclude il ministro delle Politiche agricole - che la legge ora al Senato sia esaminata rapidamente, perché avere più strumenti penali e rafforzare la nostra rete del lavoro agricolo di qualità è un passaggio fondamentale».

Inoltre, secondo il ministro, l'agricoltura in Calabria ha grandi potenzialità. «L'agricoltura calabrese è protagonista del lavoro che stiamo facendo a livello nazionale - ha detto - qualche difficoltà c'è, non dobbiamo negarlo. Siamo persone serie e quando ci sono difficoltà non facciamo finta di nulla. Ci sono delle grandi opportunità straordinarie per lo sviluppo delle attività agricole calabresi ed il Psr che presentiamo oggi è uno strumento formidabile per fare il passo di qualità».

«Bisogna partire dalla revisione della politica comunitaria - ha detto Oliverio - per salvaguardare le specificità territoriali e il Psr, all’interno del patto per la Calabria punta proprio a questo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?