Salta al contenuto principale

Elezioni comunali, si allarga indagine a Cosenza

Carabinieri acquisiscono documenti in segreterie

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

COSENZA - A poche ore dall'apertura delle urne per le elezioni comunali, a Cosenza scatta una nuova verifica. I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza sono stati, infatti, oggi in tutte le segreterie delle liste che competono domani alle elezioni comunali a Cosenza per acquisire, su disposizione della Procura della Repubblica, la documentazione relativa alle deleghe per il ritiro all’ufficio elettorale del Comune dei certificati elettorali.

La decisione dei magistrati rientra nell’ambito dell’inchiesta avviata dopo che alcuni certificati elettorali destinati a cittadini romeni residenti in città sono stati trovati dai carabinieri durante una perquisizione domiciliare a casa di un cittadino italiano. I militari, secondo quanto si è appreso, avrebbero acquisito documentazione che sarà posta al vaglio degli inquirenti.

L'AVVIO DELLE INDAGINI SUI CERTIFICATI ELETTORALI

 I carabinieri, inoltre, si sono recati nell’ufficio elettorale del Comune dove hanno identificato tutti coloro che, muniti di deleghe, si sono presentati a ritirare certificati per il voto.

Secondo quanto si è appreso, in questo caso non sarebbero state riscontate irregolarità, tant'è che non vi sarebbero denunciati. L’uomo a casa del quale sono stati trovati i certificati, che è stato denunciato, non avrebbe dovuto avere i documenti elettorali per il ritiro dei quali, invece, era stato delegato un cittadino romeno residente a Cosenza. 

In questo clima si inserisce anche il danneggiamento avvenuto nella notte della sede regionale dell'Ncd, a Cosenza. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?