Salta al contenuto principale

Botti di Capodanno, a Vibo il comune dichiara guerra

Previste multe fino a 500 euro a chi ne farà uso

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Un panorama di Vibo
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA - Così come 12 mesi fa, anche in questo periodo natalizio l'amministrazione comunale dichiara guerra ai botti. E lo fa attraverso i controlli che la polizia municipale, il cui organico tuttavia è ridotto all'osso, effettuerà, assieme alla vigilanza privata su tutto il territorio del capoluogo e delle frazioni.

Per i trasgressori sorpresi in flagranza multe che variano da 25 a 500 euro. L'ordinanza vergata dal sindaco Elio Costa è quindi finalizzata a garantire la «sicurezza della popolazione e migliorare le condizioni di vivibilità nel centro urbano, salvaguardando la convivenza civile e la coesione sociale».

Questo in quanto sul territorio comunale si registrano puntualmente comportamenti scorretti nell'utilizzo del materiale pirotecnico con le cronache dell'1 gennaio che parlano di feriti alle articolazioni a causa delle esplosioni. E quindi, nell'ordinanza a firma del sindaco Elio Costa ed entrata in vigore oggi (durerà ovviamente alla notte di San Silvestro) si fa presente il divieto di utilizzo dei fuochi all'esterno e all'interno di strutture di vario tipo. È chiaro che far rispettare l’ordinanza in questione non sarà una cosa semplice ma forse chi verrà pizzicato a sparare botti e multato pesantemente magari la prossima volta ci penserà prima due volte e probabilmente eviterà di trascorrere il Capodanno al pronto soccorso con una o più falangi saltate.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?