Salta al contenuto principale

Elezioni a Catanzaro e caso Celia: il candidato fa chiarezza sui rapporti con elementi legati alla criminalità VIDEO

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Fabio Celia
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

CATANZARO – Sono due i punti fermi per Fabio Celia: la volontà di essere convocato dalla Procura per chiarire la sua posizione e l'intenzione di non ritirare la candidatura malgrado le prese di posizione del segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno, e del candidato sindaco Enzo Ciconte che gli hanno chiesto di fare un passo indietro per “il bene della coalizione”.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SULLE ELEZIONI A CATANZARO

Con un'intervista esclusiva al Quotidiano del Sud (sull'edizione cartacea tutti gli approfondimenti), Fabio Celia - candidato consigliere della lista “Fare per Catanzaro” che sostiene l’aspirante sindaco del centrosinistra, Enzo Ciconte - prende posizione, dopo il polverone mediatico e politico sollevato dalla diffusione in rete di un video che lo ritrae in compagnia di due presunti esponenti della criminalità organizzata.

VIDEO - L'INTERVISTA A CELIA

Un filmato registrato con uno smartphone, pubblicato sui social e ripreso da alcune testate giornalistiche, che vede i due soggetti indagati e arrestati nell’ambito dell’operazione antimafia “Jonny” (che qualche giorno fa ha disarticolato il clan Arena di Isola Capo Rizzuto e le sue diramazioni sul capoluogo di Regione, LEGGI LA NOTIZIA), scherzare con Celia proprio sulla sua candidatura, durante una festa privata in un ristorante.

SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE SULL'OPERAZIONE JONNY
NEL FASCICOLO AD AGGIORNAMENTO DINAMICO

Un episodio che ha caricato di tensione e di veleni la campagna elettorale verso il voto del prossimo 11 giugno che dovrà esprimere il nuovo sindaco del capoluogo di regione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?