Salta al contenuto principale

Sanità, il Governo tace dopo l'appello di Oliverio

Polverini (FI): «Il governatore sia commissario»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il Ministro Lorenzin con Mario Oliverio
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

CATANZARO - «Fossi stata in Oliverio avrei fatto la rivoluzione davanti a Palazzo Chigi». La deputata di Forza Italia, Renata Polverini, parlando al Tgr Calabria, ha riaperto la ferita ancora aperta nei rapporti tra Mario Oliverio e il Governo nazionale.

La mancata nomina di Oliverio, soprattutto dopo l'indicazione del presidente della Campania a comissario, rappresenta una differenza difficile da digerire per il centrosinistra calabrese ed il Pd in particolare. Specie se si considera che il colore politico è lo stesso.

Renata Polverini ha lanciato, dunque, una pietra nello stagno del centrosinistra, stimolando ulteriormente il dibattito interno. La discussione è semplice: perché un diverso trattamento tra Campania e Calabria, nonostante l'ipotesi di cambiare il commissario Massimo Scura fosse già circolata nei giorni scorsi (LEGGI)? 

Mario Oliverio ha provato a stimolare ulteriormente il dibattito, prima forzando la mano sui decreti per le assunzioni (LEGGI), poi prendendo carta e penna per scrivere direttamente al presidente del Cosiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin (LEGGI), senza ottenere però alcuna risposta sino ad oggi.

Renata Polverini ha provato a scardinare questo silenzio, spiegando anche il motivo: «La sanità - ha detto - vale circa l’80% del Bilancio regionale. La materia va riconsegnata nelle mani della Regione perchè senza questo tipo di competenza non ha senso la sua esistenza come Ente. Ma d’altra parte, non credo che questo governo regionale abbia dato prova di grande presenza».

Oliverio ha incassato da una parte il sostegno sulla linea di principio che vuole la sua nomina a commissario, dall'altra le critiche della deputata di Forza Italia sull'attività amministrativa della Regione. Lasciando però immutata la condizione di partenza e la differenza di trattamento rispetto alla Campania. (sa.pu.)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?