Salta al contenuto principale

Sgambetto di Renzi a Magorno e al Pd di Catanzaro

Un commissario napoletano per la federazione

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Matteo Renzi ed Ernesto Magorno
Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

CATANZARO - Il deputato napoletano Massimiliano Manfredi è stato nominato dalla Direzione nazionale del Pd Commissario straordinario della Federazione provinciale di Catanzaro.

E’ stata recepita quindi la richiesta formulata nei primi giorni di luglio dal segretario regionale del Partito, Ernesto Magorno, che ricopriva anche l’incarico di commissario del Partito a Catanzaro. Che un esterno dovesse prendere in mano la situazione catanzarese era, quindi, un fatto scontato. La nomina è giunta, però, all’improvviso.

Il segretario regionale ha convocato d’urgenza la direzione ritendo quanto verificatosi un atto scorretto politicamente. Il neo commissario che dovrà sovraintendere alle operazioni delicatissime del tesseramento in preparazione del Congresso provinciale arriverà in città subito dopo Ferragosto.

L’on. Manfredi è un fedelissimo del segretario nazionale Renzi e le prime notizie lo indicano come “dirigente forte e determinato” che comunque dovrà misurarsi con una situazione politicamente delicata per gli equilibri precari presenti nella Federazione Pd catanzarese per la sua ingovernabilità.

La notizia del commissariamento ha suscitato subito reazioni specie da parte di quanti avevano chiesto al segretario regionale Magorno di procedere invece alla nomina di un comitato ristretto di garanti composto da dirigenti e personalità locali del Partito. Ma evidentemente il Partito ha sceltto una via statutaria con garanzie di maggiore imparzialità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?