Salta al contenuto principale

Trattativa per migranti tra Italia e Libia, Minniti svela

l'aiuto grazie alle origini calabresi: «Patto di sangue»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il Ministro Marco Minniti
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

REGGIO CALABRIA - Aiutato dalle sue origini calabresi? Ci sarebbe anche questo dietro la trattativa tra Italia e Libia. E' stato il ministro dell'Interno Marco Minniti a raccontare il retroscena al quotidiano Die Welt che gli aveva chiesto se le origini calabresi lo avessero aiutato nei negoziati con la Libia.

«I Capi tribù - ha raccontato Minniti - si erano chiusi per 72 ore in una stanza vicino al mio ufficio per i negoziati. Poi mi hanno invitato per poter giungere più facilmente ad un accordo insieme a me. "Noi siamo beduini e i nostri accordi sono patti di sangue", hanno detto, alludendo ad una consuetudine calabrese. Ma si trattava naturalmente solo di una battuta. In un Paese come la Libia le relazioni diplomatiche non bastano, bisogna essere anche in grado di costruire rapporti di fiducia». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?