Salta al contenuto principale

Provinciali, a Catanzaro la Lega scende in campo

Annunciata la lista fuori da un accordo di Centrodestra

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
La sede dell'amministrazione provinciale di Catanzaro
Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

CATANZARO - La Lega scende in campo nella competizione elettorale per la Provincia. La lista leghista sarà presentata nella mattinata di domani prima della scadenza ufficiale, fissata per metà giornata. Cinque uomini e due donne faranno parte della formazione “la Provincia CiLega”. Fra questi, i sicuri sarebbero il sindaco di Soveria Simeri Mario Amedeo Mormile e il consigliere comunale di Caraffa Serena Notaro di Caraffa.

Il coordinatore provinciale leghista Antonio Chiefalo ha definito la «distribuzione di stretta rappresentatività di tutto il territorio». Il partito di Salvini proverà ad azionare la ruspa nella lotta per l'ente intermedio catanzarese in posizione “autonomista” e non nell'alveo di un accordo organico di centrodestra. Tuttavia l'appoggio esplicito va al candidato presidente Sergio Abramo. Il sindaco di Catanzaro dovrebbe contare su altre due liste che assommano la vasta costellazione del centrodestra, all'opposizione su scala nazionale. Se la vedrà con Ernesto Alecci, sindaco di Soverato, che finora ha raccolto il sostegno della formazione di area Pd, sponsorizzata dal presidente uscente Enzo Bruno e quella di Area civica.

Quest'ultima comporrà una lista che raggruppa il movimentismo al di fuori dei partiti tradizionali. Non si sentono vincolati ad alcun candidato alla guida di Palazzo di Vetro i “Riformisti e Moderati” con pezzi di centrosinistra (o quello che ne è rimasto). Ancora in dubbio è invece la presentazione di un'eventuale lista di MdP-Articolo 1. Si voterà fra venti giorni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?