Salta al contenuto principale

Callipo appoggia Occhiuto, tensioni al comune di Pizzo

Critica Sinistra Italiana, possibile uscita dalla maggioranza

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Silvio Primerano
Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

PIZZO – Lo si era capito fin dalle prime reazioni immediatamente successive che le dichiarazioni di Gianluca Callipo di ieri sull'appoggio alla candidatura a Governatore di Mario Occhiuto, sindaco di centrodestra di Cosenza, avrebbero avuto ricadute sull’amministrazione pizzitana da lui guidata (LEGGI LA NOTIZIA); arriva oggi la presa di distanza di Sinistra Italiana, che presagisce una fuoriuscita dalla maggioranza in tempi brevi. «Non è sicuramente una scelta di sinistra o di centro-sinistra, campo nel quale il progetto politico-amministrativo condiviso con Gianluca Callipo aveva finora trovato la sua naturale collocazione e che ci ha visti alleati.

LEGGI LA NOTIZIA SUL PLAUSO A CALLIPO DA PARTE DI MARIO OCCHIUTO

È una scelta che, al di la delle frasi di circostanza che abbiamo letto sui giornali e delle motivazioni vuote di significato politico, pone Gianluca Callipo organico in un centro-destra retto da quei partiti che sono i nostri naturali antagonisti politici, alternativi e diversi da noi per tradizione, cultura, valori». Inizia così la nota del circolo di SI Pizzo guidato dal segretario Silvio Primerano. Un giudizio che non lascia spazio a fraintendimenti.

LEGGI IL COMMENTO ALLA DECISIONE DI CALLIPO DEL GOVERNATORE MARIO OLIVERIO

«SI Pizzo, è sempre convinta dell’importanza fondamentale che i partiti hanno nella vita politica. La scelta di Callipo di schierarsi con il centro-destra alle prossime regionali (e che al di la di uno sbandierato civismo di facciata, sembra rispondere all’esigenza politica che in questo momento più di ogni altra sembra stare a cuore al sindaco Callipo, e cioè il suo posizionamento all’interno del prossimo Consiglio Regionale calabrese) segna inevitabilmente il fallimento di quel progetto politico-amministrativo condiviso. Siamo delusi dai modi tenuti in questa occasione da Callipo, caratterizzati dalla totale mancanza di sensibilità politica oltre che di considerazione nei confronti di un partito che fa parte della sua maggioranza e della sua giunta. Considerazione dovuta non perché quella scelta dovesse passare dal nostro vaglio o dalla nostra approvazione (ci mancherebbe altro), ma ci saremmo aspettati quantomeno una discussione in maggioranza, in virtù di quel senso di correttezza e di rispetto politico nei confronti di un alleato che la correttezza ed il rispetto non li ha mai fatto venir meno. È evidente, a questo punto, che questi non sono valori condivisi. Sia chiaro, non rinneghiamo niente, tutt’altro, ma in virtù del profondo rispetto che dobbiamo al nostro elettorato è evidente che questo brusco e radicale cambio di rotta avrà delle conseguenze sul legame politico di SI Pizzo con la maggioranza. Nei prossimi giorni si riunirà un’assemblea degli iscritti del circolo, nella quale unitamente all’assessora Cristina Mazzei, stabiliremo tempi e modalità dei successivi inevitabili passaggi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?