Salta al contenuto principale

Regionali, Forza Italia sceglie Mario Occhiuto

«insieme faremo la vera rivoluzione della Calabria»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il Coordinamento di Forza Italia con al centro Mario Occhiuto
Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

CATANZARO - Dopo il rincorrersi di voci delle scorse settimane arriva l'ufficialità: il coordinamento regionale calabrese di Forza Italia, al termine di una riunione svoltasi a Roma, all’unanimità dei presenti, ha deciso di «offrire alla valutazione del presidente Silvio Berlusconi e degli alleati di centrodestra, quale candidato della coalizione alla presidenza della Regione Calabria, il nominativo del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, anch’egli presente ai lavori del coordinamento».

LEGGI DELLA DECISIONE DI CALLIPO (PD) DI APPOGGIARE OCCHIUTO

A rendere nota la notizia è lo stesso coordinamento in vista delle elezioni regionali previste per il novembre del prossimo anno.

Alla riunione hanno partecipato i deputati Jole Santelli, coordinatrice regionale, Roberto Occhiuto, vice capogruppo vicario alla Camera, Francesco Cannizzaro e Maria Tripodi; i senatori Giuseppe Mangialavori e Marco Siclari, i consiglieri regionali Domenico Tallini, Claudio Parente, Gianluca Gallo, Giuseppe Pedà e Vincenzo Pasqua.

Siclari, è scritto in una nota, «pur convergendo anch’egli sul nominativo proposto, ha sostenuto l’opportunità di assumere determinazioni dopo lo svolgimento delle prossime elezioni Europee».

Al termine di una discussione definita «ampia e aperta», il coordinamento, prosegue la nota, «ha ritenuto di dover procedere con immediatezza alla formalizzazione della proposta. L'indicazione di Occhiuto, peraltro molto attesa da più parti in Calabria, soprattutto dalla società civile alla luce delle capacità dimostrate e per i meriti acquisiti sul campo dal brillante sindaco della città dei Bruzi, gode del sostegno dei rappresentanti di Forza Italia di tutto il territorio calabrese ed interpreta al meglio le reali istanze di cambiamento in alternativa al fallimentare governo di centrosinistra a guida Oliverio».

Dal canto suo Mario Occhiuto ha voluto subito ringraziare «la coordinatrice regionale di Forza Italia Jole Santelli e tutti gli amici del Coordinamento che oggi hanno voluto riporre in me fiducia come candidato ufficiale del partito alla carica di governatore della Calabria. A questo punto sento di dover raccogliere questa sfida che attende non solo me ma tutta la Calabria».

Il sindaco di Cosenza ribadisce che «insieme agli esponenti eletti in Forza Italia coglieremo le numerose sollecitazioni che arrivano dai territori. Dobbiamo partire da qui, dai calabresi, per costruire un grande progetto di cambiamento a cui ognuno è chiamato a partecipare. Immagino infatti una sorta di azionariato popolare che unisca la voglia di rinnovamento e le tantissime energie presenti nelle varie province calabresi. Con azionariato popolare intendo proprio questo: intercettare la più vasta condivisione per un progetto che sia davvero di svolta per la nostra regione. Dobbiamo puntare a migliorare prima possibile la reputazione della Calabria nel mondo, realizzando una svolta ecologica, culturale, sociale attraverso un piano di investimenti che utilizzi le risorse europee a disposizione».

Per il primo cittadino Bruzio «la Calabria deve porre nelle nuove traiettorie di sviluppo sostenibile, rese possibili dall’economia della conoscenza e delle competenze digitali, le radici del suo futuro produttivo ed occupazionale». «Organizzeremo dei comitati territoriali - conclude Occhiuto - per strutturare la partecipazione dei cittadini alla stesura del programma e alla composizione delle liste elettorali. Non solo quindi un percorso affrontato con politici, ma costruito insieme ai giovani, ai professionisti, agli imprenditori, alle donne di questa meravigliosa terra. Un progetto da realizzare tutti insieme. D’ora in avanti la parola 'insieme' dovrà caratterizzare la vera rivoluzione della Calabria».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?