Salta al contenuto principale

Vibo Valentia, soffia il vento della crisi al Comune

Il sindaco Elio Costa decide di azzerare la giunta

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il palazzo municipale di Vibo Valentia
Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

VIBO VALENTIA - Continua a soffiare forte il vento della crisi al Comune di Vibo. Il sindaco Elio Costa ha infatti azzerato il suo esecutivo. La conferma è arrivata dal decreto pubblicato sull'albo pretorio.

Dopo giorni di tensione e di confronto è stato revocato l'incarico a tutti i componenti della giunta di Vibo Valentia.

Lasciano lo scranno, dunque, l'assessore alla cultura e vicesindaco Raimondo Bellantoni, l'assessore all'Urbanistica Katia Franzé, l'assessore all'Innovazione tecnologica Silvia riga, l'assessore all'Ambiente Antonella Sette e l'assessore alle Politiche sociali Maria Concetta Marrella.

Tutti a casa dunque, e quanto prima, entro il 31 dicembre, il sindaco Elio Costa dovrà provvedere a costituire un esecutivo tecnico come preannunciato nei giorni scorsi. Il provvedimento è stato diffuso questa mattina, ed è arrivato a pochi giorni dell'addio di Lorenzo Lombardo, assessore ai Lavori pubblici, Francesco Pascale, assessore alle Attività produttive, Raffaele Manduca, assessore al Personale, e Giuseppe Macrì, assessore al Bilancio.

Adesso il primo cittadino dovrà nominare 7 assessori anziché 9, Come preannunciato dallo stesso. Si tratta dell'ennesimo cambio in seno all'esecutivo, che ha visto in tre anni e mezzo da inizio consiliatura una rotazione notevole di assessori. Una crisi politica piuttosto pesante sta investendo, da alcune settimane a questa parte, Palazzo Luigi Razza, e si riflette sull'andamento amministrativo della città.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?