Salta al contenuto principale

Crisi al comune di Vibo, anche Daffinà chiede «responsabilità» sulla fissazione di una data del consiglio compatibile con le elezioni

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Antonino Daffinà
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

VIBO VALENTIA - Sulla crisi politica che ha investito il comune di Vibo Valentia (LEGGI LE NOTIZIE) dopo la presa di posizione del senatore di Forza Italia, Giuseppe Mangialavori, ad esprimersi è anche Antonino Daffinà, dirigente provinciale del partito di Silvio Berlusconi e in passato anche commissario straordinario dell'Aterp vibonese.

«In riferimento alla crisi politica che sta interessando il consiglio comunale e l’amministrazione del Comune di Vibo Valentia - scrive Daffinà in una nota - coerentemente con le tesi sostenute dal senatore Giuseppe Mangialavori, con il quale condivido la necessità di dare un netto segnale di cambiamento per il bene del Comune e della comunità vibonese, avverto e ribadisco l’urgenza e l’indifferibilità di creare i presupposti responsabili nella scelta più opportuna della data di convocazione del consiglio comunale».

Daffinà, pur non usando toni fortemente polemici con la decisione assunta dai capigruppo di convocare il consiglio per il 4 o 5 febbraio prossimi, ribadisce che nel decidere la data sarebbe opportuna maggiore attenzione «ciò in quanto - scrive - al di là della decisione finale, è giusto che siano tenuti in considerazione i termini necessari a consentire l’eventuale ricorso al voto, qualora dovesse materializzarsi ed essere approvata una mozione di sfiducia oppure si verificassero le ipotesi alternative delle dimissioni del sindaco Elio Costa o della maggioranza più uno dei consiglieri comunali».

In conclusione per il dirigente del partito azzurro «quella attuale appare una situazione di stallo dalla quale è responsabilità di ciascun consigliere comunale uscire in tempi rapidi e dare risposte concrete ai cittadini che credono ancora nella buona e sana politica».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?