Salta al contenuto principale

Crisi al comune di Vibo, finisce l'era del sindaco Costa

I consiglieri comunali presentano in blocco le dimissioni

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
I consiglieri comunali mentre presentano le dimissioni
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA – Si conclude ufficialmente, dopo tre anni e mezzo l'era Costa. Stamattina i 27 consiglieri comunali hanno presentato all'ufficio protocollo del Comune le dimissioni facendo, di fatto, cadere l'amministrazione guidata dall'ex magistrato in pensione che era riuscito a vincere le elezioni del maggio 2015 addirittura al primo turno. Le fibrillazioni degli ultimi mesi diventati veri e propri scontri e contrapposizioni hanno finito con portare all'epilogo odierno.

SCOPRI I CONTENUTI SULLA CRISI AL COMUNE DI VIBO

Il sindaco Elio Costa, già a capo dell'amministrazione cittadina tra il 2002 e il 2005, ha sempre ribadito la sua intenzione di non abbandonare il timone di palazzo Luigi Razza anche quando ormai era venuto meno ogni sostegno nell'emiciclo affermando che la sua volontà sarebbe stata quella di spiegare quanto realizzato in questi tre anni e mezzo. Si era insediato con un credito che forse mai i vibonesi avevano nutrito in un amministratore ma ben presto i bonus – sia dei consiglieri sia, soprattutto, dei cittadini - sono andati riducendosi fino a toccare quota “zero”.

Le polemiche per la gestione del servizio di raccolta rifiuti, delle strisce blu, il cambio di oltre una dozzina di assessori, la maggior parte dei quali all'Ambiente (ben sette), la volontà di gestire tutto in prima persona, e in generale un distacco da quella stessa popolazione che lo aveva sostenuto regalandogli il 50,75% dei consensi sono stati i fattori principali di questo epilogo non proprio gratificante per il 79enne ex magistrato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?