Salta al contenuto principale

Ripartizione fondi alle Province, «indicata dall'Upi»

Il Ministero replica alle contestazioni per Vibo

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il palazzo della Provincia di Vibo
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

VIBO VALENTIA - I fondi distribuiti alle Province italiane «sono stati ripartiti recependo le indicazioni dell’Unione delle province italiane e non per decisione unilaterale del governo». Dopo la polemica maturata intorno ai pochi fondi concessi alla provincia di Vibo Valentia (LEGGI), arriva la precisazione del ministero dell'Interno rispetto al metodo usato per calibrare la divisione delle risorse necessarie per strade e scuole. «Contrariamente a quanto affermato ai quotidiani calabresi da alcuni amministratori locali di Vibo Valentia, i fondi liberati a favore delle province dal 2019 al 2033 sono stati ripartiti recependo le indicazioni dell’Unione delle province italiane e non per decisione unilaterale del governo».

Secondo il Ministero, quella di fare scegliere l'Upi «è una scelta che testimonia la volontà di non fare strappi e, anzi, di trovare soluzioni condivise. La stessa volontà che ha suggerito la ripartizione dei circa 400 milioni ai comuni sotto i 20mila abitanti, e per i quali il Viminale ha attivato un servizio ad hoc (tecnico e di informazione) - prosegue la nota - per aiutare i sindaci a investire i fondi nel miglior modo possibile. È doveroso ricordare, inoltre, che parliamo di risorse aggiuntive per le comunità locali e che sono state sbloccate dal governo dopo anni di tagli».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?