Salta al contenuto principale

Regione parte civile contro truffa in un call center

Tutti i provvedimenti approvati durante la riunione 

Calabria
Chiudi

Gli uffici della Regione

Apri
Didascalia Foto: 
Gli uffici della Regione
Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

CATANZARO - La Giunta regionale della Calabria, su proposta della Presidenza, ha autorizzato la costituzione di parte civile dell’Ente in un procedimento penale pendente davanti il Tribunale di Lamezia Terme nei confronti di soggetti responsabili di una società operante nel settore dei call center che avrebbero sfruttato gli incentivi previsti dall’Unione europea per l’assunzione di persone svantaggiate attestando falsamente la disabilità di persone prive dei requisiti richiesti con la presunta connivenza di alcuni dirigenti regionali.

«La società - é detto in un comunicato dell’ufficio stampa dell’esecutivo - avrebbe incassato, nell’ambito del Por Calabria, sovvenzioni per quasi tre milioni di euro, risorse comunitarie e nazionali che sarebbero dovute servire all’assunzione e alla successiva retribuzione di 207 lavoratori disabili o classificati come 'svantaggiatì e, come tali, facenti parte di categorie "protette"».

La Giunta regionale, presieduta dall’assessore vicario Franco Rossi, con l’assistenza del Segretario generale Ennio Apicella e del dirigente del Settore Francesca Palumbo, si è riunita oggi pomeriggio nella Cittadella di Catanzaro.

L'Esecutivo, nell’ambito del Por Calabria 2014/2020 Fesr, ha anche approvato una delibera riguardante "Azioni a sostegno della qualificazione della domanda di innovazione della Pubblica Amministrazione" (Precommercial Public Procurement e Procurement dell’innovazione -individuazione fabbisogni).

Su proposta dell’Assessorato al Bilancio e Personale sono stati deliberati i seguenti provvedimenti: Integrazione dgr 444/2016 relativa al completamento della sede degli uffici regionali di Reggio Calabria e al riordino della sede in prossimità di Castrovillari, nell’ambito del progetto della Regione Calabria "Fitti Zero" e Disegno di Legge relativo al riconoscimento della legittimità di alcuni debiti fuori bilancio.

Deliberate anche una serie di variazioni di bilancio. Sempre su proposta dell’Assessorato al Bilancio e al Personale, congiuntamente all’Assessorato alle Infrastrutture, la Giunta ha anche approvato un provvedimento nell’ambito della programmazione nazionale di edilizia scolastica recante misure urgenti in materia di Istruzione, Università e Ricerca che prevede l’autorizzazione alla stipula di atto aggiuntivo al contratto di prestito con la Società Cassa Depositi e Prestiti Spa.

Su proposta dell’Assessorato alle Infrastrutture è stato assunto inoltre l’Accordo per l’istituzione dell’Area Integrata dello Stretto (Art.14 L.R. 35/2015) in merito al Trasporto Pubblico Locale, ai sensi dell’art.15 della Legge 7 agosto 1990, n.241.

La Giunta, infine, su proposta dell’Assesorato al Welfare, ha approvato la programmazione di azioni relative al Piano di interventi nell’ambito delle politiche della famiglia. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?