Salta al contenuto principale

Sanità, pubblicati i bandi per avere nuovi dirigenti

Il Ministro Grillo: «Grande possibilità di cambiamento»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il ministro della Salute Giulia Grillo
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 28 secondi

CATANZARO - «Aver predisposto in Calabria bandi pubblici per far sì che finalmente si aprano le porte del merito e della trasparenza per le nomine di 24 tra nuovi direttori generali, sanitari e amministrativi di otto aziende sanitarie, significa dare reale possibilità di cambiamento a una Regione che da troppi anni versa in gravi condizioni rispetto all’assistenza sanitaria da offrire ai cittadini». E’ quanto afferma, in una nota, il ministro della Salute Giulia Grillo.

«I commissari nominati dal Governo - prosegue il ministro - vigileranno affinché i nuovi dirigenti siano scelti per le loro competenze, e non perché designati da qualcuno che poi potrà usarli come burattini. Voglio, personalmente e a nome del Governo, ringraziare i commissari Cotticelli e Schael per aver avviato sin dall’insediamento un’attività di profondo rinnovamento in una terra bella e complessa. Per cambiare la sanità della Calabria serve uno sforzo straordinario, e una altrettanto straordinaria capacità di visione. Per questo è necessario che le migliori professionalità disponibili si mettano al servizio di un territorio che ha tanto bisogno di costruire un’alternativa concreta».

«I bandi scadono il 26 febbraio ed è importante - sostiene ancora il ministro Grillo - che tanti decidano di presentare la propria candidatura, magari cittadini calabresi che sono andati fuori regione e che possono pensare di tornare per portare un valore aggiunto di cui c'è grande necessità. I calabresi onesti sappiano che il Governo è dalla loro parte e che per quanto riguarda le politiche della salute, il ministro è al loro servizio ed è il loro primo alleato per promuovere attivamente il cambiamento. Nessuno può più consentire che il Sud, e i suoi territori più in difficoltà, restino indietro. Lavoriamo insieme per un futuro diverso, di diritti e di rinnovate prospettive per la Calabria e per il Paese». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?