Salta al contenuto principale

Decreto "Sblocca cantieri", un commissario a Reggio

Il Governo pensa di "seguire" anche i lavori calabresi

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Corso Garibaldi a Reggio Calabria
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

REGGIO CALABRIA - «Uno o più commissari straordinari» per gli interventi infrastrutturali ritenuti prioritari. Lo prevede la bozza del decreto legge "Sblocca cantieri". La nomina è disposta dal Presidente del Consiglio su proposta del Ministro delle infrastrutture, si legge nel provvedimento. Ed uno di questi commissari potrebbe arrivare anche a Reggio Calabria.

Al commissario «spetta l’assunzione di ogni determinazione ritenuta necessaria per l’avvio ovvero la prosecuzione dei lavori, anche sospesi». Un commissario ad hoc è previsto poi per le strade della Regione Sicilia. Mancano invece nel testo norme su Mose e Roma capitale presenti ancora nella relazione illustrativa.

Nella bozza del dl mancano altri interventi su opere locali presenti invece nella relazione illustrativa: l’istituzione di un Comitato di vigilanza per la Lioni-Grottaminarda, il trasferimento della gestione della Galleria Idraulica Pavoncelli, la nomina di un commissario straordinario, come detto, per Reggio Calabria, modifiche sulla rimodulazione degli interventi per Roma Capitale, finanziamento del completamento e messa in esercizio del Mose con l’istituzione della Struttura per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna, la nomina di un commissario per la messa in sicurezza del sistema idropotabile di Roma.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?