Salta al contenuto principale

Operazione Passepartout, il Pd si divide su Oliverio

In molti contro Zingaretti che difende il governatore

Sulle dimissioni: «La politica valuti scelta migliore»

 

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Nicola Zingaretti
Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

CATANZARO - Il Partito democratico, attraverso il segretario nazionale Nicola Zingaretti, difende il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, travolto dall'ennesima inchiesta che ha portato all'emissione di un avviso di garanzia con l'accusa di associazione a delinquere (LEGGI). Tra gli indagati risulano anche Nicola Adamo e il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, possibile avversario di Oliverio alle prossime elezioni regionali. La posizione di Zingaretti, però, getta scompiglio nei democratici e sono molte le contestazioni nei confronti del segretario nazionale, con il "caso Oliverio" che rischia di spezzare la pace interna al partito.

L'INTERCETTAZIONE TRA OLIVERIO E ADAMO E LA POSIZIONE DEL GIP

«C'è solo una cosa peggiore del giustizialismo - ha detto Zingaretti - ed è il giustizialismo di partito, per il quale si fa dimettere una persona per l’interesse del partito». Il segretario del Pd è intervenuto a Porta a Porta su Rai1 rispondendo alla domanda se «avrebbe fatto dimettere» il governatore della Calabria Mario Oliverio.

«La politica - ha aggiunto - valuti, a salvaguardia del territorio, la scelta migliore da fare». Subito dopo la notifica del provvedimento, il presidente Oliverio ha negato ogni addebito, parlando di «gogna mediatica» (LEGGI).

Le parole di Zingaretti hanno però scatenato polemiche. Prima fra tutte quella di Roberto Giachetti, deputato ed esponente della minoranza dello stesso Pd, che in un Tweet ha scritto: «Senza alcuna polemica ma solo per capire vorrei sapere come funziona nel "nuovo Pd" sta storia del no al giustizialismo di partito. Umbria sì, Calabria no? Donna sì, uomo no? Marini sì, Oliverio no? Ma davvero solo per capire. Di tutto il resto ne parliamo dopo il 26». 

Anche Alessia Morani, deputata del Pd, critica la posizione di Zingaretti con un Tweet: «#Zingaretti sul caso #Oliverio dice "No al giustizialismo di partito". Mi trovo d'accordo con il segretario, solo che non capisco perché vale per la #Calabria e non per l'#Umbria. Pare quasi giustizialismo di corrente». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?