Salta al contenuto principale

Alta Velocità Sibari-Roma, la senatrice Abate precisa

«Oliverio ha dimenticato di ringraziare qualcuno»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Rosa Silvana Abate
Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

CATANZARO - L'annuncio della Regione Calabria di aver stanziato 1,4 milioni di euro per una linea di Alta velocità tra Sibari e Roma (LEGGI LA NOTIZIA) non è passata inosservata agli occhi della senatrice Rosa Silvana Abate del Movimento Cinquestelle che tempo sta lottando per l'istituzione di un collegamento veloce con tra Sibari e Roma (LEGGI LA NOTIZIA).

La senatrice Abate ha, infatti, voluto puntualizzare alcune cose: «L'intento di questa mia comunicazione è quella di raccontare anche quello che il Presidente della Regione, peccando di onestà intellettuale, ha dimenticato senza citare chi, come la sottoscritta, si è fatta promotrice di diversi incontri e ha partecipato costantemente a tutti i tavoli fatti sia al Ministero dei Trasporti che con Trenitalia».

Per la Abate «ci sono delle precisazioni da fare. La società del gruppo Ferrovie dello Stato, dopo aver partecipato alla manifestazione di interesse indetta dalla Regione qualche settimana fa, ancora non ha ricevuto la lettera di conferma e mancano ancora tempi certi sull'avvio del servizio che Trenitalia vorrebbe iniziasse dopo l’estate. Ringrazio in primis il Ministro M5S Danilo Toninelli per aver indetto la riunione al Ministero dove s'è sbloccata la questione quando ormai tutto sembrava essersi arenato. Ringrazio Trenitalia per aver ascoltato tutte le nostre richieste e una menzione personale va proprio al professore Roberto Musmanno, assessore regionale, che insieme agli uffici regionali e alla segreteria tecnica del Ministro dei Trasporti ha lavorato alacremente affinché si arrivasse all’istituzione del treno».

La parlamentare ha ribadito che si tratta del «primo passo: gioiamo ma ci mettiamo subito all’opera. Ora lavoreremo affinché il Frecciargento parta dalla Sibaritide prima dell’autunno e non ci siano problemi sulla tratta. E per questo interesserò personalmente Ferrovie dello Stato. Quello che il Presidente Oliverio non dice - conclude la Abate - ma sa è che Trenitalia, nel rispondere alla manifestazione di interesse, essendo un servizio sperimentale, ha chiesto di poter rescindere il contratto dopo quattro mesi se non ci dovesse essere utenza o se ci saranno problemi tecnici sulla tratta. Lotteremo soprattutto per far sì che il servizio diventi definitivo: ci sono scelte che ormai non sono più differibili e procrastinabili. Sia per la Sibaritide che per il Crotonese da dove questa Freccia partirà una volta completata l'elettrificazione della tratta Corigliano Rossano-Crotone». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?