Salta al contenuto principale

Vibo, ricorso per un seggio in Consiglio comunale

Fissata l'udienza al Tar contro Lorenzo Lombardo

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il Comune di Vibo
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

VIBO VALENTIA - Vacilla la posizione di Lorenzo Lombardo, che da settembre potrebbe non essere più consigliere comunale di Vibo Valentia. Una candidata, Rosa Chiaravalloti, rappresentata e difesa dall’avvocato Domenico Colaci, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale «per l'annullamento del verbale delle operazioni dell’ufficio centrale elettorale del 6 giugno 2019 di proclamazione, all’esito delle elezioni del 26 maggio 2019, degli eletti alla carica di consigliere del Comune di Vibo Valentia nella parte in cui è stato proclamato consigliere il signor Lorenzo Lombardo».

Inoltre, viene richiesto anche l'annullamento «delle operazioni e degli atti presupposti, connessi, collegati e conseguenti ed, in particolare, dei verbali delle operazioni di scrutinio delle sezioni n. 3, n. 31, n. 36 e n. 37 nella parte in cui non sono stati correttamente assegnati i voti di preferenza ottenuti dalla ricorrente».

Il Tar Calabria ha fissato l’udienza il 24 settembre 2019, data cruciale nella quale si scoprirà se l’avvocato Rosa Chiaravalloti otterrà la carica di consigliere del Comune di Vibo Valentia al posto di Lorenzo Lombardo. Questo è quanto scritto in una ordinanza del 5 luglio scorso. I due, va specificato, erano candidati nella lista Forza Porto Santa Venere e li separava un solo voto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?