X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Stasera nuovo incontro tra le anime del centrosinistra ma, ancora una volta, difficilmente si arriverà a una soluzione confermandosi, per l’ennesima volta, il nuovo incontro come del tutto interlocutorio.

Il problema vero è che al tavolo manca una barra politica dritta per cui le tante formazioni presenti sembrano andare in ordine sparso. Circostanza, questa, che inevitabilmente comporta, per l’appunto, l’impossibilità di decidere una linea comune.

Molti i nomi buttati sul tavolo come possibili candidati alla presidenza da Anna Falcone a Nicola Morra fino all’accusa mossa dal sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, al Pd di voler candidare il deputato Antonio Viscomi.

Nomi bruciati e consumati alla velocità della luce.

L’unica cosa che sembra certa è che il percorso di Carlo Tansi con il centrosinistra finisce qui. Rigettata la proposta di creare un tavolo più ridotto, possibilmente limitato alle forze politiche più rappresentative, per indicare una rosa di pochi nomi da offrire poi alla valutazione del tavolo più allargato. In questo caso sono stati alcuni movimenti civici a dire di no.

Il nuovo appuntamento è per stasera alle 21, ma se si continua con questo totonomi senza alcun criterio politico appare chiaro che, ancora una volta, non si arriverà da nessuna parte

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares