X
<
>

La presentazione della coalizione di de Magistris con Falcone e Lucano

Tempo di lettura 3 Minuti

CATANZARO – Prendono consistenza le coalizioni in vista delle elezioni regionali in programma a ottobre in Calabria. Gli appuntamenti politici delle ultime ore hanno sancito i rapporti di forza nelle coalizioni rispetto alle liste che sosterranno i candidati presidente.

Otto quelle a sostegno di Amalia Bruni, candidata del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle, ma resta l’incognita Carlo Tansi. Sul leader del movimento Tesoro Calabria è aperto il confronto rispetto al rigido protocollo proposto per scegliere i candidati da inserire nelle liste (LEGGI), per questo bisognerà attendere per comprendere le posizioni e le definitive alleanze.

Pronto lo schieramento di Luigi de Magistris: per lui 7 liste a sostegno che non sono certo poche considerato che non c’è alle spalle una vera e propria coalizione politica e che l’ex magistrato sia fuori dagli schieramenti tradizionali.

Le otto liste per Amalia Bruni

Per quanto riguarda Amalia Bruni, l’annuncio delle otto liste è stato ufficializzato nel corso di una conferenza stampa svoltasi oggi nella sede del Partito Democratico, a Lamezia Terme, alla presenza del commissario regionale, Stefano Graziano, e del responsabile degli enti locali, Francesco Boccia. Sempre stamani si è tenuto il primo incontro della coalizione nella sede del Comitato elettorale di Amalia Bruni, in attesa dell’appuntamento ufficiale in programma lunedì 2 agosto, sul lungomare Falcone e Borsellino di Lamezia Terme, per aprire la campagna elettorale.

Tra i temi affrontati in questi primi giorni da Amalia Bruni, quello del turismo, argomento affrontato nel corso di un incontro tenuto venerdì sera a Tropea alla presenza di sindaci, amministratori, dirigenti di partito, simpatizzanti.  

Lo schieramento di de Magistris

Passando al fronte capitanato da Luigi de Magistris, le liste a suo sostegno saranno sette, grazie al lavoro portato avanti dall’ex magistrato che, come evidenziato dallo schieramento che lo sostiene, «ha invitato decine di donne e uomini, presenti nelle liste in via di definizione, eterogenei nelle provenienze e nelle competenze, per una grande assemblea partecipata in un hotel di Vibo Valentia. Incontro utile per dare forma e ancor più sostanza al progetto».

«Da ora in poi dobbiamo muoverci insieme sui territori – ha spiegato de Magistris – la gente deve rendersi conto che siamo uniti e che abbiamo tutte e tutti lo stesso obiettivo: liberare la Calabria dal sistema che la sta soffocando. La nostra non è una battaglia di testimonianza, vogliamo andare a governare questa regione. Per questo siamo aperti al dialogo soltanto con tutti coloro che vogliano rompere le vecchie logiche di potere e sarò io stesso garanzia di trasparenza, correttezza e del fatto che non saranno mai stretti accordi opachi».

Quattro sono le liste create, insieme a Michele Conia, sindaco di Cinquefrondi, e responsabile del movimento demA per il sud Italia: “Lista de Magistris presidente”, “demA”, “Uniti con de Magistris” e “Per la Calabria con de Magistris”. Poi ci saranno “Equità per la Calabria”, “Calabria Resistente e Solidale” e “Un’altra Calabria è possibile”, che ruota attorno a Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace. Vi sono poi altri due simboli, che non diventeranno liste, ma fungono da associazioni di supporto e sono: “LiberaMente Progressisti” e “Primavera della Calabria”. laboratorio politico animato, tra gli altri, da Anna Falcone, avvocato e giurista cosentina. 

Il primo tema posto da de Magistris è stato quello dei giovani: «Dobbiamo ascoltare saper parlare e coinvolgere i tanti fuorisede che – ha detto – sono dovuti andare via per studio o per lavoro e che tornano per trascorrere l’estate in Calabria. Bisogna far capire loro che esiste finalmente un’alternativa per rimanere in questa terra».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA