X
<
>

L'europarlamentare di Fratelli d'Italia Vincenzo Sofo

Tempo di lettura 2 Minuti

La triste sequela di incidenti stradali sulla Statale 106 finisce in Parlamento Europeo. L’eurodeputato di Fratelli d’Italia Vincenzo Sofo ha annunciato oggi la sua iniziativa a Bruxelles sull’argomento.

«Solo negli ultimi giorni in Calabria – dichiara Sofo – tre persone, tra le quali un bambino, hanno perso la vita in diversi incidenti lungo la Strada Statale 106 jonica, tristemente nota come “strada della morte” a causa dei continui incidenti mortali che la caratterizzano e che hanno provocato in questi anni centinaia di vittime, come da tempo denuncia il comitato “Basta Vittime sulla SS 106”. Si tratta di una strada che, attraversando Puglia, Basilicata e Calabria costituisce non soltanto un’arteria di comunicazione fondamentale per questi territori bensì un’infrastruttura la cui messa in sicurezza e il cui potenziamento costituiscono un presupposto imprescindibile per lo sviluppo del Meridione e dunque delle potenzialità dell’Italia nello scenario mediterraneo».

«Nonostante ciò, però, – prosegue – fino a oggi gli investimenti del Governo italiano in questa infrastruttura sono stati irrisori e neppure nel PNRR sono stati previsti interventi per porre rimedio a questa situazione di pericolo per la sicurezza dei cittadini e di deficit infrastrutturale».

«Oggi – annuncia in conclusione l’eurodeputato – ho scritto dunque al commissario europeo ai trasporti Adina Valean per chiedere una presa di posizione netta della UE, intimando il Governo italiano a procedere con la messa in sicurezza, il potenziamento e l’inserimento dell’intero tratto stradale SS 106 all’interno del progetto di realizzazione della rete TEN-T, specificando in modo puntuale i canali di finanziamento europei da utilizzare».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA