X
<
>

Amalia Bruni e Luigi Incarnato a Catanzaro

Tempo di lettura < 1 minuto

Alla Verità di Belpietro, stamattina non è sfuggito, che alla sua prima uscita pubblica a Catanzaro con i socialisti, la candidata Pd-5Stelle Amalia Bruni fosse al fianco di Luigi Incarnato, rinviato a giudizio nel celebre processo Rinascita Scott istruito da Nicola Gratteri.

E nella prima uscita, il punto rilevante dell’intervento di Amalia Bruni ha poggiato sul codice etico da applicare ai candidati delle sue liste (LEGGI).

Una sorta di ossimoro a fronte di un segretario di partito della sua coalizione messo sotto processo da Gratteri.

Luigi Incarnato è solo un imputato. Per lui vale la presunzione d’innocenza. Ma nella Calabria delle continue emergenze giudiziarie tra codici etici e analisi delle liste da parte di commissioni occhiute, brune e magistrali, tutto questo diventa un problema per il processo mediatico.

Questa è la verità nella Calabria ossessionata dalla presunta legalità.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA