X
<
>

Occhiuto, Abramo e Falcomatà entrano a Palazzo Chigi

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – I sindaci calabresi alzano la voce e, davanti Montecitorio, stanno chiedendo rispetto e dignità per la Calabria, partendo dalla sanità. Una manifestazione che ha il fine di accendere i riflettori sulle tantissime criticità, che stanno interessando la Calabria (e che, invero, la interessano da decenni). Si parla principalmente della sanità, in un momento di emergenza e con i dati sempre più allarmanti, che arrivano dai contagi da COVID-19.

GUARDA IL VIDEO

E nel frattempo che i tanti sindaci sono in sit-in in piazza Montecitorio, una delegazione, con in testa i sindaci di Catanzaro, Reggio Calabria, Cosenza, Vibo Valentia e Corigliano-Rossano – è entrata a Palazzo Chigi per essere ricevuta dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal ministro alla Sanità Roberto Speranza

Si registrano infine le parole di Nicola Morra. Per il presidente della commissione parlamentare antimafia “un sindaco indagato e plurinquisito, non può far parte della delegazione che sta incontrando il presidente del Consiglio dei Ministri”. il riferimento è al sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares