Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

REGIO CALABRIA – Costringeva la moglie a subire atti sessuali con la violenza fisica e minacciandola di morte. Per questo motivo agenti della squadra mobile di Reggio Calabria hanno arrestato un uomo di nazionalità marocchina, B.N. , di 40 anni, già detenuto per altri reati, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale.

Il provvedimento restrittivo, scaturito dalle indagini coordinate dal procuratore Aggiunto Gerardo Dominijanni e dal sostituto procuratore Marco Lojodice – ha consentito di porre termine agli abusi che, negli ultimi mesi, in modo abituale, l’uomo poneva in essere nei confronti della donna.

I riscontri emersi dall’attività investigativa hanno consentito di ottenere dal Gip del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta avanzata dalla Procura, la misura della custodia cautelare in carcere a carico dell’uomo.