X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Tra le province di Milano e Reggio Calabria è in corso un’operazione dei carabinieri della compagnia di Corsico (Milano), che stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 17 persone, delle quali 10 in carcere, cinque ai domiciliari e due con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le 17 persone sono ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi clandestine, e a due degli indagati è stata contestata l’aggravante del metodo mafioso per avere commesso il fatto al fine di agevolare l’attività della ‘ndrangheta nella locale di Corsico-Buccinasco.

L’indagine, avviata nel settembre 2018 e coordinata dalla Dda di Milano, rappresenta la prosecuzione dell’operazione “Quadrato”, conclusa nell’ottobre del 2018, che ha consentito di individuare e disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di ingenti quantitativi di droga, prevalentemente cocaina e marijuana, operante nel Sud-Ovest della provincia di Milano.

L’impianto accusatorio è stato suffragato dalle dichiarazioni rese da un collaboratore di giustizia, utili a individuare alcuni indagati con il ruolo di promotori affiliati alla nota ‘ndrina Barbaro-Papalia di Platì, attivi nella gestione delle piazze di spaccio nei quartieri popolari di Corsico e Cesano Boscone, dove da sempre si registra l’egemonia della locale associazione di Corsico-Buccinasco.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares