X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Luciano D’Agostino, magistrato in servizio presso la sezione lavoro, è accusato dal gip di Catanzaro di aver favorito alcuni consulenti tecnici

LOCRI (RC) – A un giudice del tribunale di Locri, Luciano D’Agostino, in servizio presso la sezione Lavoro, è stato notificato un provvedimento di sospensione da parte dei finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Catanzaro. L’atto è stato emesso dal gip di Catanzaro.

Il magistrato è al centro di una indagine in cui, secondo il procuratore Vincenzo Luberto e il sostituto procuratore Fabiana Rapino, sarebbe emersa una serie di anomalie nell’assegnazione di incarichi di consulenza tecnica, che si sono riverberate sulla distribuzione tra i consulenti iscritti nell’apposito albo del tribunale. In particolare, al magistrato si contesta di aver favorito alcuni professionisti, mediante assegnazioni di consulenze oltre la percentuale consentita dalla legge.

Contestate, altresì, anomalie nella gestione di processi contro Equitalia, dove, pur in presenza di interesse proprio, non si asteneva dalla pronuncia di sentenze.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA