X

Tempo di lettura 2 Minuti

Il ministro dell’Interno ha reso noto la convocazione di una conferenza regionale di pubblica sicurezza con al centro gli attentati agli amministratori locali. Intanto, la Prefettura di Catanzaro convoca il Comitato a Catanzaro e un vertice a Lamezia

di SAVERIO PUCCIO

REGGIO CALABRIA – Amministratori locali vittime di attentati e intimidazioni, proiettili e bottiglie incendiarie per segnare il percorso di imprenditori e commercianti vittime del racket, criminalità organizzata sempre più capace di radicarsi nel territorio calabrese.

Davanti a questa escalation, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sarà giovedì 11 febbraio alle 16.30, nella Prefettura di Reggio Calabria dove presiederà la conferenza regionale delle autorità di pubblica sicurezza della Calabria.

Non sempre e non tutti gli attentati sembrano essere collegati agli interessi della ‘ndrangheta, ma il messaggio che arriva ai cittadini è comunque di estrema preoccupazione. Per questo, le istituzioni hanno voluto dare il segno di una risposta, promuovendo il vertice a Reggio Calabria, ma anche una serie di iniziative sul territorio come le riunioni volute in questi giorni dal prefetto di Catanzaro, Luisa Latella.

La riunione con Alfano a Reggio, secondo quanto si legge in una nota del ministero, servirà «per un esame dello stato dell’ordine e della sicurezza pubblica della regione e per un punto di situazione sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali».

All’incontro, cui parteciperanno anche i vertici nazionali delle forze di polizia, saranno presenti le autorità provinciali di pubblica sicurezza, le forze di polizia territoriali e i rappresentanti della magistratura. Al termine, seguirà un incontro con la stampa.

In vista dell’arrivo del Ministro Alfano in Calabria, e vista l’escalation di intimidazioni e reati che riguarda soprattutto Lamezia Terme, anche la Prefettura di Catanzaro ha organizzato una serie di attività.

Alla preoccupazione di cittadini e operatori commerciali, infatti, la Prefettura di Catanzaro risponde con la convocazione di un vertice per venerdì prossimo, alle 12,30, presso i locali dell’Ufficio territoriale di Governo.

«L’esame delle problematiche connesse all’ordine e alla sicurezza pubblica nella città capoluogo», sarà al centro dell’incontro presieduto dal prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, che vedrà sedere intorno allo stesso tavolo i vertici provinciali delle forze di polizia, il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, il presidente dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, Enzo Bruno, e il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Diego Bouchè.

Tutti insieme a studiare le giuste strategie che possano restituire tranquillità ai cittadini, a Catanzaro come a Lamezia Terme, dove il successivo lunedì 15, alle 11,30, nella sala consiliare “Napolitano”, dallo stesso prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, è stato già programmato un incontro con le associazioni provinciali delle categorie produttive. Al vertice di Lamezia prenderanno parte anche il sindaco Paolo Mascaro, il presidente dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, Enzo Bruno, i vertici provinciali delle forze di polizia ed i procuratori della Repubblica di Catanzaro e Lamezia Terme, Giovanni Bombardieri e Domenico Prestinenzi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares