Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

Dopo essere stata scoperta, la donna è stata denunciata e condannata in processo. Ora per lei è arrivato il sequestro dei beni

GIOIA TAURO (RC) – Per diversi anni aveva continuato a incassare la pensione della madre deceduta, accumulando una cifra percepita indebitamente pari a 75.000 euro; per questo motivo era stata condannata in primo grado a otto mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali.

Ora per la signora Z.C., 57 anni, residente in un comune della Piana di Gioia Tauro, nel Reggino, è scattato il sequestro dei beni.

Ad eseguirlo sono state le Fiamme Gialle del Gruppo Gioia Tauro che hanno dato corso a un’ordinanza di sequestro preventivo “per equivalente” emessa dalla Corte di Appello di Reggio Calabria. Il provvedimento di sequestro, emesso per un importo pari alla somma percepita indebitamente , è stato attuato a seguito di indagini patrimoniali e finanziarie ed ha riguardato un fabbricato, 8 appezzamenti di terreno, alcuni dei quali per la sola quota di proprietà posseduta, e diversi conti correnti di cui la persona condannata era intestataria.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •